De Angelis toglie Gorla dai pasticci

La Grima strappa la vittoria al tie break contro il Club Italia grazie all’ingresso dell’opposto. Vola la Unendo Yamamay, frena Villa Cortese. In B2 cade Castellanza, Cislago a testa alta

Si chiude il girone d’andata della serie B1 con una classifica che in pochi avrebbero potuto prevedere: al di là del primo posto incontrastato di Monza, a stupire è la giovane Unendo Yamamay, terza in graduatoria con una partita ancora da recuperare e solo 2 sconfitte al passivo. Soffrono invece le altre, a cominciare da Gorla, che deve ricorrere al tie break e alla panchina per aver ragione del Club Italia (nella foto, Barbara Garzonio). Si ferma la risalita di Villa Cortese, sempre ferma a quota zero anche Orago. In B2 battuta d’arresto per Castellanza sul campo di Alessandria, mentre secondo pronostico Cislago si arrende alla capolista Casale, rendendole però la vita difficile per due set.
Il campionato si ferma ora per una settimana di pausa, ma in realtà il calendario è fitto di appuntamenti: da recuperare le gare dell’undicesima giornata, Orago-Club Italia (mercoledì 23 alle 20.30), Settimo-Unendo Yamamay (sabato 26 alle 17.30) e Pinerolo-Villa Cortese (domenica 27 alle 17).

Grima Gorla Maggiore-Club Italia 3-2 (25-17, 24-26, 28-26, 23-25, 15-10) – Gorla soffre terribilmente per aver ragione di un Club Italia in grande crescita, e alla fine si salva grazie alla rediviva De Angelis. Per Gervasoni, bloccato in panchina con le stampelle a causa di un incidente domestico, la serata inizia benissimo: primo set condotto senza problemi (8-3, 10-4, 18-13, 20-15) con ben 14 errori avversari. Le cose si complicano dal secondo, perché la Grima non riesce a prendere le misure a muro (3 punti contro 18!) e in difesa, oltre a faticare in ricezione: Gorla recupera due volte (dall’1-4 e dal 17-19) ma è il Club Italia a procurarsi il primo set point sul 23-24 e poi a chiudere con Gennari e Nicoletti. Terzo set rocambolesco: le azzurrine scappano 6-9 e 10-15, sul 21-24 sembra finita ma Causevic e gli errori avversari ribaltano il risultato fino al 25-24. Trinci annulla la prima chance, Moraghi se ne procura un’altra e le padrone di casa chiudono sul 28-26. Pericolo scampato, ma le varesine appaiono svogliate e disattente e vengono punite nel quarto set: 1-5, 6-10, addirittura 13-21 sulla battuta di Nicoletti. L’ingresso di De Angelis e i suoi servizi rischiano di concretizzare un’incredibile rimonta (da 15-24 a 23-24), invece Botarelli va a segno e si va al tie break. L’ex Orago rimane in campo e trascina le sue al 4-1; il Club Italia pareggia a quota 7, ma Fasoli firma la nuova fuga (9-7) e un ace di Pagnin mette al sicuro il risultato sull’11-8. Chiude proprio De Angelis regalando alla Grima due punti sudatissimi.
“Loro sono davvero molto migliorate – commenta Francesca Fasoli – hanno fatto pochi errori e ci hanno messo in difficoltà. Sono due punti preziosi, anche se c’è rammarico perché eravamo partite bene e poi ci siamo un po’ perse”. Lapidario Claudio Gervasoni: “Era una partita tra due squadre di bassa classifica e il risultato bisognava conquistarselo, se qualcuno è andato in campo pensando di aver già vinto si è sbagliato”.
GORLA: Pagnin 2, Casprini 14, Fasoli 11, Moraghi 18, Massara 3, Causevic 24, Garzonio (L), Giorgianni, De Angelis 7. N.e. Cortellezzi, Accoto, Guarino. All. Gervasoni.

Banca Cherasco Bentley Pinerolo-Unendo Yamamay Busto Arsizio 0-3 (24-26, 23-25, 17-25) –
Un’ottima Unendo Yamamay chiude in tre set la pratica Pinerolo, già sua avversaria nello scorso campionato di B2. In avvio Pinerolo prova subito a forzare il servizio per mettere in difficoltà Angelina, ma la schiacciatrice non trema e resta efficace in attacco (50%): Busto è sempre in vantaggio ai time out tecnici (4-8, 13-16) e proprio Angelina si procura tre set point sul 21-24. Pinerolo non molla e riesce a riagganciare la parità con Coatti e Serrano, ai vantaggi però decide la solita Angelina: 24-26. Secondo parziale equilibrato (8-7, 15-16), Degradi prova a far scappare la Yama sul 16-19 ma le padrone di casa pareggiano a quota 20. Taborelli sigla il 23-24 e un muro di Tonello chiude uno scambio infinito per il 23-25. Pinerolo non ne ha più e il terzo set è tutto di marca bustocca: 5-12 sul servizio di Angelina, poi 8-16 e 17-25.
BUSTO: Prandi, Taborelli 16, Piazza 5, Tonello 8, Angelina 13, Degradi 16, Spirito (L), Varone. N.e. M’Bra, Ghezzi, Cornelli, Cialfi. All. Lucchini.

Asti Volley-Asystel Carnaghi Villa Cortese 3-1 (20-25, 25-21, 25-20, 25-22) – Non basta il ritorno da titolare di Perinelli per salvare Villa dalla sconfitta. L’azzatese, pur non ancora al meglio, mette a segno ben 19 punti, ma sono troppi gli errori biancoblu nelle fasi della partita che contano; Asti, apparsa un po’ in affanno nel primo set (6-8, 13-16), ringrazia e chiude al quarto. Le piemontesi trovano il break che conta a metà secondo set (16-14) e nei parziali successivi il copione è lo stesso: biancoblu meno prevedibili in attacco, ma anche troppo fallose.
VILLA: Rosso 4, Ferrara 5, Danesi 13, Figini 5, Perinelli 19, Sylla 16, Bonvicini (L), Garbarini. N.e. Redaelli, Ruben. All. Bardelli.

Asystel Carnaghi Orago-Vistalli Foppapedretti Piancogno 0-3 (10-25, 19-25, 19-25) – Anche contro la Foppapedretti si spegne in fretta Orago, che dopo le feste non ha ancora ritrovato il ritmo partita. Primo set da dimenticare: subito 0-7, poi 3-10 e 6-16 fino al 10-25. Entrano Cane, poi Guerini e Stefani; dall’8-15 del secondo set le varesine recuperano pian piano fino al 15-19, ma sul 16-20 concedono un altro break di tre punti alla Foppa che non perde l’occasione. Nel terzo set ancora male la ricezione (subito 1-5). Dal 6-9 si passa rapidamente all’8-18, ma basta la battuta di Napodano (due ace) per un break di 6-0; Orago tiene fino al 16-20, poi le ospiti volano sul 16-24 e chiudono dopo tre match point annullati.
ORAGO: Di Maulo 5, Tosi 6, Peonia 3, Piani, Napodano 12, Ulaj, Della Canonica (L), Cane 1, Gamba, Guerini 1, Cerri, Castiglioni (L). All. Moscato.

Girone A – Risultati e classifica

B2 FEMMINILE – Dalle stelle alle stalle: con rispetto parlando è questo il destino della Gobbo Allestimenti Castellanza, che a una settimana dalla sontuosa vittoria per 3-0 sulla corazzata Trecate torna senza punti dalla trasferta di Alessandria, contro una squadra che fino a oggi aveva vinto due sole partite, ma è stata rivitalizzata dal recente cambio di allenatore. Il 3-1 finale (22-25, 25-20, 25-23, 25-22) alimenta il rammarico delle castellanzesi, vicine a portare a casa almeno un punto ma sempre fermate sul più bello da errori e ingenuità. La partita è caratterizzata da rocamboleschi capovolgimenti di fronte: emblematico il terzo set, in cui si passa dal 7-8 al 21-8, da lì al 21-23 e infine al 25-23! In classifica cambia poco, ma la Gobbo Allestimenti perde una buona occasione per scavalcare il Cistellum Cislago: la squadra di Nastasi dà il massimo per ostacolare la lanciatissima capolista Casale, ma alla fine si deve arrendere con il punteggio di 0-3 (20-25, 28-30, 18-25). Nel primo set le ospiti provano più volte a staccarsi (5-8, 12-15) ma vengono sempre raggiunte; dal 18-19 le piemontesi si portano sul 19-22 e Cislago non riesce più a recuperare. Molto simile il secondo set (4-8, 13-16, 18-22): questa volta però la squadra di casa, trascinata da Elli, riesce ad annullare ben 4 set point e portarsi sul 24-24. Ai vantaggi Casale ha altri 5 palloni per chiudere e alla fine mette giù il 28-30. Il Cistellum regge fino al 15-16 anche nel terzo set, poi alza bandiera bianca: confortante, comunque, la prova di Irene Mazzaro (15 punti) e compagne.

Girone A – Risultati e classifica

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.