Fontana contro Inzaghi, sindaco vince il primo round in tribunale

Il giudice ha assolto il giornalista per alcuni punti del capo di imputazione e ha invece ritenuto destituite di fondamento le notizie sui presunti buchi di bilanci di Varese Risorse

Il direttore di Rete 55 Matteo Inzaghi è stato condannato per diffamazione dal gup di Varese Giusepep Fazio a una pena pecuniaria di 600 euro. Il giornalista è stato altresì condannato a risarcire le tre parti civili, il sindaco leghista Attilio Fontana e gli ex politici leghisti Franco Barosi (nel 2007 presidente di Varese risorse) e Fabio Fidanza (tuttora direttore della società comunale Varese Risorse). La cifra che dovrà corrispondere al sindaco è di 30mila euro, per gli altri due la somma sarà liquidata in separata sede. I tre hanno vinto il primo round della contesta giudiziaria, nata da una serie di trasmissioni dell’emittente varesina che criticava la gestione delle società municipalizzate. Il giudice ha assolto Inzaghi per alcuni punti del capo di imputazione giudicando come critica politica congrua una parte delle critiche e ha invece ritenuto destituite di fondamento le notizie sui presunti buchi di bilanci di Varese Risorse coperti dal comune.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore