Maccapani candidato a destra, nel nome del padre

L'avvocato varesini è il capolista al senato in Lombardia, il suo nome suscita orgoglio ed emozione tra i militanti storici di quell'area

Giampiero Maccapani, 50 anni, si candida al senato come capolista della Lombardia per “La destra”, il partito di Storace, che è alleato del Pdl e dunque sosterrà la candidatura di Silvio Berlusconi, non già come premier, ma come capo coalizione in ticket con la Lega Nord.

L’avvocato Maccapani, figlio del notissimo avvocato Ettore Maccapani, conta di stimolare al voto tanti simpatizzanti che hanno conosciuto e apprezzato il padre, vero nume tutelare della destra varesina in tanti anni di militanza appassionata.

«Siamo contro la decadenza di questa politica
– osserva Maccapani – e per questo mi ha molto onorato la proposta di candidarmi che mi hanno rivolto gli amici de La Destra e che nasce anche dal rispetto nei confronti della figura di mio padre. Puntiamo a un buon risultato – continua l’avvocato varesino – siamo in una forbice tra il 2 il 4 per cento, e credo che potremo dare una sterzata positiva in direzione della trasparenza e dell’onestà. Ringrazio i tanti amici che mi hanno sostenuto, come Liliana Farina e Nello Riga del partito, ma anche altre figure come Enzo Rosa di Areadestra, e Vincenzo Biotti, storico locale, che mi stanno dando una mano».

Maccapani ha una posizione importante come capolista nella lista regionale e al senato e si gioca qualche chance di diventare parlamentare: «Sarebbe un onore per la città di Varese, io mi candido soprattutto per questo».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.