Precipita dal tetto di un capannone, è gravissimo

Un pregiudicato italiano è caduto in una industria dismessa in viale Ticino, poco dopo le 18, i carabinieri ritengono fosse entrato nel complesso per rubare rame

Un uomo è rimasto gravemente ferito precipitando dal tetto di un capannone dismesso a Lonate Pozzolo, in viale Ticino: l’allarme è stato dato poco dopo le 18, con una telefonata anonima da una cabina telefonica. Sul luogo sono intervenuti ambulanza, auto medica e carabinieri, poi anche i vigili del fuoco chiamati per le ricerche dell’uomo all’interno del complesso industriale (che era buio). La vittima dell’incidente è stata individuata, soccorsa e trasferita in gravi condizioni all’ospedale di Legnano: in serata è stato identificato, si tratta di un 50enne pregiudicato, italiano. La prognosi è riservata.

Per la dinamica, i carabinieri sono convinti che si tratti di un ladro di materiali, che si era spinto nell’area dismessa per recuperare forse del rame dalle coperture e dalle gronde: è stato denunciato per furto aggravato. L’uomo che, con voce dall’accento straniero, ha chiamato l’ambulanza senza lasciare riferimenti sarebbe il complice.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.