Dialoghi di Moni Ovadia su lavoro e dignità

Venerdì 19 aprile, il popolare artista sarà ospite all'auditorium. Si tratta del progetto voluto dall'amministrazione "Vietato lavorare...il lavoro tra miraggio e realtà"

Venerdì 19 aprile, all’auditorio di Gavirate con inizio alle ore 21, Moni Ovadia parlerà di "La dignità del lavoro e la dignità dell’uomo". 

Moni Ovadia, uno dei più prestigiosi e popolari uomini di cultura e artisti della scena italiana, noto per il suo costante impegno politico e civile a sostegno dei diritti e della pace.
Ovadia e si confronterà con il pubblico presente attraverso una conversazione sulla tematica del lavoro.
“La dignità del lavoro è dignità dell’uomo”, il titolo dell’incontro che, se da un lato, sembra racchiudere tutta la disperazione che pervade molti dei nostri giovani e non solo, che in questo particolare momento economico si trovano nella condizione di non riuscire a trovare un’occupazione, d’altro canto può essere letto anche come un messaggio di speranza nell’incitazione a non “mollare” , a ricercare questo lavoro che permette alla persona di realizzare i suoi sogni personali e professionali e a costruire proprio progetto di vita..
 
L’incontro con Moni Ovadia si colloca all’interno del progetto “Vietato lavorare……. Il lavoro fra miraggio e realtà”, progetto del Comune di Gavirate, approvato e finanziato con risorse messe a disposizione dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto., dai Lions, dalla Parrocchia , dalla Cooperativa Charis. 
Titolo quasi ironico, ma non troppo, di un intervento che si è rivolto, per questa prima annualità, agli studenti delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado, il Comprensivo “Carducci” e l’ISIS “Stein”.
 
Studenti destinatari di un progetto e studenti protagonisti di un progetto che si è esplicitato su due canali: da un lato esperti di orientamento e psicologi scolastici hanno operato con incontri orientativi finalizzati a supportare i ragazzi nella scelta della scuola superiore e della facoltà universitaria, piuttosto che nell’orientamento lavorativo, proprio per fornire loro gli strumenti affinché possano intraprendere un percorso più consapevole e con minor margine di insuccesso; dall’altro studenti ed insegnanti di cinque classi dello “Stein” che hanno approfondito e analizzato la tematica del lavoro partendo dall’analisi della Costituzione, incontrando giuristi e protagonisti della vita sociale. 
L’intervento di Moni Ovadia si pone quasi a conclusione di queste attività e sarà certamente un interessante momento di confronto per tutti gli operatori ed i ragazzi che a vario titolo sono stati coinvolti nelle diverse attività del progetto.
 
L’ingresso alla serata sarà a titolo gratuito ma, in linea con gli obiettivi di tutta l’attività, verrà effettuata una raccolta fondi il cui ricavato sarà destinato a progetti di inserimento lavorativo in favore dei detenuti della Casa Circondariale di Varese.
 
L’Amministrazione comunale, tramite il proprio Servizio InformaLavoro che afferisce ai Servizi alla Persona, e gli Istituti Scolastici del territorio hanno fortemente voluto questo progetto e auspicano che possa essere il volano di futuri e più ampi interventi di orientamento e di supporto nelle scelte dei nostri studenti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Aprile 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.