Giovani e amministrazioni, un corso per non fare buchi nell’acqua

Si parleranno faccia a faccia, alla pari e allo stesso tavolo i giovani delle associazioni, gli amministratori e i responsabili delle cooperative con l'obiettivo di creare un forum di consulta. Al via il progetto dell'Azienda del Medio Olona

«Basta fare buchi nell’acqua con i giovani, dobbiamo parlare il loro linguaggio e i giovani devono avere gli strumenti per poter dialogare con gli amministratori». Questo il messaggio lanciato dai promotori del progetto Sigma – Sistema Giovani Mediolona che questa mattina, nella sede dell’Azienda Speciale Consortile del Medio Olona, hanno presentato la serie di incontri che prenderanno il via domani, sabato 28 settembre, e proseguiranno fino alla fine di novembre tra associazioni giovanili, cooperative, amministratori al fine di costruire un dialogo finalmente concreto tra questi tre attori principali che stanno alla base delle politiche giovanili dei comuni.

Il progetto è stato avviato grazie al finanziamento regionale da 43 mila euro e vedrà coinvolte le sette amministrazioni comunali che fanno riferimento all’azienda conosrtile (Castellanza, Marnate, Olgiate Olona, Solbiate Olona, Fagnano Olona, Gorla Minore e Gorla Maggiore), le cooperative Totem, LaBanda,  City Service, Massimo Carletti, Aisel ed Elaborando oltre alle associazioni gestite da giovani come Spazio Zero di Gorla Minore e Giovani in 3D di Marnate. «Sarà uno scambio reciproco tra i vari livelli – spiegano Sergio Ceriotti di Elaborando e Stefano Bottelli di Totem – in modo da creare un terreno comune nel quale confrontarsi con un linguaggio diverso da parte di tutti». Inizialmente era stato pensato di creare anche un dizionario con le diverse definizioni date dagli amministratori e dai giovani sui diversi argomenti ma poi questa ipotesi è stata messa da parte, per il momento.

Soddisfatto anche il direttore dell’azienda Pierpaolo Ponzone: «Sono felice che questa piccola realtà come la nostra sia stata capace di farsi valere con questa iniziativa innovativa – spiega – ringrazio per questo anche Claudia De Privitellio e Annelise Viola che hanno lavorato duramente su questo progetto». Anche l’assessore ai Servizi Sociali di Gorla Minore Domizio Ricco è soddisfatto e rivela l’obiettivo: «Alla fine nascerà un forum accreditato composto da giovani che possano dialogare con gli amministratori prima che questi prendano decisioni su questioni che li riguardano». Il progetto prevede, a breve, la nascita di una pagina fan su Facebook in modo da avvicinare maggiormente i giovani della zona e farli partecipare, anche se non sono parte integrante di associazioni. Due i loghi che accompagneranno questa iniziativa, uno istituzionale e uno più giovanile. I ragazzi delle associazioni già coinvolte, infatti, hanno anche realizzato un flyer (una specie di volantino) a forma di "like" che girerà per i comuni compresi nel progetto e spiegherà quale obiettivo si pone il progetto.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Settembre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.