Ferrovia: “Ora si vada avanti”

Dopo la notizia dello sblocco dei lavori la soddisfazione della politica per la ripartenza dei lavori. Alfieri, Pd: "ma il nodo più critico ancora non è stato ancora risolto"

"La notizia dell’accordo per ripresa lavori su ferrovia Arcisate-Stabio mi raggiunge qui a Bruxelles e mi riempie di gioia. Ora avanti tutta". Lo scrive su Twitter il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, impegnato a Bruxelles per la riunione plenaria della Calre (Conferenza delle Assemblee Legislative Regionali Europee), commentando l’accordo tra RFI e ICS siglato oggi in Regione per la ripresa dei lavori dell’Arcisate-Stabio.
Molto più cauto Alessandro Alfieri, capogruppo in Regione del Partito Democratico che aveva già fatto da megafono alle sofferenza dei sindaci del territorio: “apprezziamo lo sforzo di Maroni e accogliamo con favore la volontà di Regione Lombardia di fare da garante sullo stato di avanzamento dei lavori ma il nodo più critico ancora non è stato risolto – spiega Alfieri -. Sul piano di smaltimento delle terre non c’è ancora certezza sui tempi. Non vorremmo ancora assistere agli stop and go vissuti negli ultimi anni. È bene parlare il linguaggio della verità con gli amministratori locali e i loro cittadini che vivono quotidianamente il disagio dei ritardi dei lavori”.

"L’accordo odierno arriva grazie all’impegno diretto del presidente Roberto Maroni che ha inteso risolvere una questione spinosa e ormai in stallo da troppo tempo – così la consigliera regionale varesina della Lega Nord, Francesca Brianza, commenta l’accordo odierno siglato in Regione Lombardia tra Rfi e Ics per la ripresa dei lavori -. L’Arcisate-Stabio è un’opera fondamentale il cui blocco aveva pesanti ripercussioni sui cittadini dei paesi interessati dal cantiere e nei rapporti transfrontalieri con il Canton Ticino, dove ogni incontro vedeva affiorare questo problema. La notizia della ripresa dei lavori con Regione Lombardia a fare da garante e del coinvolgimento dei Comuni lascia credere che la strada giusta sia stata finalmente imboccata".
Contento dello sblocco dei lavori anche il segretario provinciale della Lega Nord, Matteo Bianchi: "un intervento importante che va finalmente nell’interesse dell’opera transfrontaliera, della valle del Varesotto e dei rapporti con il Canton Ticino. Maroni ha saputo ascoltare ed ha agito in favore dei Comuni e dei cittadini".
Il senatore della Lega Nord Stefano Candiani:"la determinazione del presidente Roberto Maroni ha fatto la differenza anche questa volta. Ora non resta che coniugare le esigenze del territorio con i tempi di esecuzione delle opere, in questo senso apprendiamo con favore la disponibilità dell’assessore Del Tenno di farsi carico di portare a termine questa sintesi".

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.