Caserma di via Bellini, nulla da fare in commissione

Non è stato discusso l’argomento dell’esproprio della struttura dal momento che mancava (come già aveva annunciato) il consigliere che l’ha proposta: Diego Cornacchia. Se ne discuterà a settembre, forse

Nulla da fare per chi sperava che un tema tanto importante e tanto delicato venisse affrontato prima della pausa estiva. Erano stati i consiglieri della maggioranza, durante l’ultimo consiglio comunale, a chiedere che l’argomento venisse trattato in commissione ma così non è stato. La mozione di Diego Cornacchia che chiede sostanzialmente di procedere con l’esporprio dell’edificio non è stata affrontata dalla riunione convocata ad hoc per l’assenza del proponente. Non una sorpresa, in realtà, dal momento che il Presidente del Consiglio Comunale ha ripetuto più volte che «tutto quello che ho da dire è già scritto in quella mozione» e che proprio per questo non avrebbe partecipato ad ulteriori discussioni sulla tematica. 

Un’assenza che ha irritato (e non poco) l’amministrazione. «Sono da tre sedute che questo punto viene messo in discussione -commenta l’assessore Giampiero Reguzzoni- e io per tre sedute sono venuto in commissione per parlarne. Se questo è il rispetto che viene dato ne prenderò atto».
Ora dunque la discussione di svolgerà direttamente nella sala esagonale del palazzo municipale, durante la prima seduta dopo l’estate, a meno che non si rinvii l’argomento. Stando al regolamento basterà la richiesta di un quinto dei consiglieri per far rimbalzare il provvedimento nuovamente in commissione con un ping pong che potrebbe protrarsi a lungo. Il timore è che una questione tanto importante possa essere utilizzata come "arma" nel braccio di ferro che vede contrapporsi buona parte della maggioranza e Cornacchia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 luglio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore