Tornano a splendere gli angeli del Santuario

Visita al cantiere del restauro della cupola del Santuario, con il famoso "Concerto degli angeli" di Gaudenzio Ferrari. Da settembre a dicembre turisti e studenti potranno salire sul ponteggio per osservare l'opera da molto vicino

Il "concerto degli angeli" come non lo avete mai visto. L’opera di Gaudenzio Ferrari, che rende unica la cupola del Santuario di Saronno, è in fase di "pulitura" dopo i danni che negli anni ha provocato il riscaltamento ad aria della più conosciuta chiesa della città degli amaretti. Nei mesi scorsi la parrocchia decise di restaurare le 20 statue lignee che risalivano al 1.500 circa e che erano state danneggiate soprattutto dal calore del riscaldamento negli ultimi decenni. «Questa è stata l’occasione per poter posizionare un ponteggio che oggi ci porta a ripulire anche il noto affresco della cupola – spiega il direttore artistico dei lavori, l’architetto Carlo Mariani -. Ma abbiamo molte idee e una di queste è aprire questo ponteggio alla popolazione: da settembre chiunque potrà venire a vedere da vicino questa meraviglia di Gaudenzio Ferrari salendo proprio sul ponteggio, studiato per essere messo in sicurezza anche per le visite di turisti e studenti». 

Galleria fotografica

Da vicino il restauro al Santuario di Saronno 4 di 32

Il tutto è stato presentato venerdì mattina, 18 luglio, durante una conferenza stampa dove è stata data un’aticipazione della visita che chiunque potrà fare salendo sul ponteggio. Ed ecco che la magia dell’opera avvolge i visitatori che avranno l’occasione di vederla da vicino. Il sopralluogo è stato anche il momento per vedere dove saranno riposizionate le 20 statue lignee di Andrea da Milano, nel tiburio che sarà interamente restaurato nei prossimi giorni. Erano presenti anche Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa curatori della mostra su Bernardino Luini che si è appena conclusa a Palazzo, artista del quale sono presenti anche diverse opere nel Santuario saronnese. Tutti erano accompagnati dall’imprenditore Lucio Bergamaschi che sta seguendo da vicino i lavori. 

«Da fine settembre fino al 20 dicembre si potrà salire sulla volta, che sarà aperta anche alle scuole – ha spiegato Mariani -. Il lavoro più grosso sarà il tiburio che non era stato fatto negli anni ’90 durante l’ultimo restauro durante il quale era stata sistameta la cupola. Ora arrivati a quell’altezza abbiamo pensato di poter dare una pulitura anche al "Concerto degli Angeli", considerando i danni che erano stati causati dal riscaldamento». 
Situazione che sarà sistemata con il nuovo impianto, come spiega Davide Guzzetti, direttore dei lavori: «Faremo un impianto di riscaldamento elettrico con un sistema a induzione. Questo permette di non avere sbalzi termici e flussi di aria. Inoltre, anche i consumi siamo ben più ridotti». 

Tutto questo ha però dei costi di intervento non indifferenti che sta sostenendo la parrocchia con alcuni finanziamenti di privati, Regione Lombardia e Fondazione Comunitaria del Varesotto. Ma servono altre risorse, come spiega anche Mariani: «Ricordiamo che i privati che vogliono controbuire possono detrarre dalle tasse questo "investimento", basta una regolare ricevuta che la parrocchia può rilasciare senza problemi». 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Luglio 2014
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Da vicino il restauro al Santuario di Saronno 4 di 32

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.