Torna Note di Scena, la rassegna che vuole tutti a teatro

Cinema, musica, teatro e altro. Torna da ottobre la rassegna al Cinema Teatro Nuovo con l'obiettivo di raggiungere un numero sempre maggiore di pubblico

teatro nuovo varese

E’ stata presentata alla Casa delle Associazioni di Via Rainoldi la nuova stagione di “Note di scena”. La rassegna di Filmstudio’90 ha scelto una “casa” diversa per presentare gli appuntamenti che da ottobre a dicembre si terranno al Cinema Teatro Nuovo di Viale dei Mille. Una scelta significativa che fortifica l’idea di Filmstudio’90 di unire energie e idee per creare iniziative capaci di attrarre sempre più pubblico.

«Fare cultura oggi è molto difficile – spiega Giulio Rossini -. La crisi colpisce sopratutto questo settore e l’unico modo per continuare a proporre spettacoli dal vivo è quello di fare rete. Andiamo avanti grazie alla passione delle persone e delle associazioni che si mettono in gioco, creano eventi di qualità e cercano di abbattere barriere culturali che frenano la voglia di cultura».

Una situazione che fa quindi riflettere anche sulla difficoltà di molte compagnie professioniste di emergere e di continuare a portare avanti nuovo produzioni. «Oggi facciamo sempre più fatica – spiega Andrea Castellanza, presidente dell’Istituto Cinematografico Antonioni che chiuderà la rassegna con uno spettacolo di loro produzione -. Le amministrazioni non investono sulla cultura e il rischio è tutto a carico delle compagnie. Inoltre, è importante educare e abituare sempre di più il pubblico al teatro».

La nuova edizione di “Note di scena” prenderà il via giovedì 1 ottobre e, come sempre, vede un mix tra spettacoli teatrali, proiezioni di musical o opere, concerti e proposte cinematografiche. Si parte con la proiezione della Traviata di Giuseppe Verdi a cui farà seguito, la Tosca di Puccini il 5 novembre. 

Ci sarà poi la proiezione di Amarcard di Federico Fellini restaurato in 4K dalla Cineteca di Bologna (8 ottobre). Il musical arriva da Broadway con la proiezione di Romeo e Giulietta con Olrando Bloom e Condola Rashad (15 ottobre). L’altro appuntamento con le pellicole sarà quello con con Miss Julie di Liv Ullmann (19 novembre). 

La musica arriva con Sofia Ribeiro, una delle grandi voci del paese del fado in scena il 29 ottobre.

Per il teatro segnaliamo lo spettacolo sperimentale della Compagnia varesina Teatro Elidan e dal titolo “Runners” (22 ottobre). Uno spettacolo con finale aperto, dove gli attori sono chiamati ad una vera e propia prova di forza fisica e dove lo spettatore sarà molto coinvolto.

Maria Amelia Monti sarà invece la protagonista dello spettacolo “La levatrice del cuore – Lettera di genitori e figli adottivi” (12 novembre): uno spettacolo che racconta le adozioni tramite le testimonianze di chi le ha vissute. “Il Tascapane – La grande guerra del poeta interventista e del contadino pacifista” è invece lo spettacolo in ricordo della Prima Guerra Mondiale, che mette a confronto due anime (26 novembre). “Woman in blues – Le donne nella storia del blues” è un’altra produzione varesina: in scena Serena Nardi, anche regista, e Sarah Collu per raccontare una parte della storia della musica (3 dicembre). A chiudere la rassegna 12 dicembre la produzione dell’Istituto Cinematografico Antonioni di Busto Arsizio che presenta “La strana coppia (tutta al femminile)”. Scritta da Neil Simons, viene presentata secondo la versione della campagnia ICMattori.

Il costo dei biglietti è dai 12 euro ai 6 euro, escluse le riduzioni. «Prezzi popolari per permettere a tutti di vivere il teatro – continua Giulio Rossini – e una rassegna che intreccia diversi linguaggi espressivi». Per maggiori informazioni http://www.filmstudio90.it.

Adelia Brigo
adelia.brigo@varesenews.it

Raccontare il territorio è la nostra missione. Lo facciamo con serietà e attenzione verso i lettori. Aiutaci a far crescere il nostro progetto.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Settembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.