Mencarelli amaro: “I nostri errori hanno fatto la differenza”

Il coach della Unendo Yamamay non è contento della sconfitta contro Montichiari. Pisani è d'accordo: "Non abbiamo giocato bene"

unendo yamamay montichiari

Alla fine della gara persa dalla Unendo Yamamay contro Montichiari (1-3) c’è grande amarezza nello staff biancorosso per il risultato figlio di una prestazione decisamente sottotono.

Deluso per l’atteggiamento delle sue ma già proiettato verso la prossima sfida, coach Marco Mencarelli: «Sicuramente i nostri errori hanno fatto la differenza nei momenti decisivi. Stasera però, a parte questo, non sono soddisfatto, soprattutto dell’approccio alla partita, ci sono delle sequenze che sono state condotte in maniera diversa da quanto abbiamo stabilito. Non mi sorprende che ciò possa accadere, ma dovremo di certo parlarci e metterci a lavorare in vista del prossimo incontro».

Il suo secondo, Marco Musso, sottolinea la mancanza di lucidità delle ragazze nei momenti critici: «Non abbiamo sfruttato a dovere le occasioni che ci si sono presentate. Dal doppio svantaggio potevamo tranquillamente arrivare al 2-2 e guadagnare il quinto set. Alla fine a condannarci sono stati i troppi errori, anche banali. Credo che il nostro non sia assolutamente un problema di tattica né di tecnica, quanto piuttosto di lucidità mentale nel gestire le situazioni. Dovremo lavorare tanto su questo aspetto e lo faremo da subito, in modo tale da non incappare ancora negli stessi errori. Domenica ci aspetta una sfida molto impegnativa a Novara, contro una squadra di grande qualità, brava in ricezione e con tante attaccanti pronte a colpire. Sarà l’occasione giusta per iniziare a mettere la testa nelle varie fasi di gioco e analizzare gli atteggiamenti in campo».

Amareggiata anche Giulia Pisani, soprattutto per quel quarto parziale buttato via: «Già nel primo set non abbiamo giocato al massimo, ma nel secondo non abbiamo fatto veramente niente. Nel terzo abbiamo fatto meglio e da parte loro c’è stato un rilassamento. Il quarto set invece l’abbiamo proprio buttato: sul 24-22 dovevamo come minimo arrivare a giocare il tie-break. Stasera non abbiamo espresso assolutamente un buon gioco».

Col sorriso sulle labbra invece, Brinker, che però non manca di fare i complimenti alle padrone di casa che sono state un osso duro da battere: «Anche stasera abbiamo visto che la Unendo Yamamay è una squadra che non molla mai. Dopo i primi due set abbiamo avuto un calo, poi abbiamo ripreso sui nostri livelli e abbiamo chiuso il match».

Coach Leonardo Barbieri è soddisfatto per la vittoria ma soprattutto per i tanti progressi delle sue ragazze: «Stasera sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Sono contento per le ragazze e per il lavoro che stanno facendo, soprattutto in seconda linea».

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 03 dicembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore