Quantcast

Saronno al centro: “Ecco cosa abbiamo fatto per la città”

La risposta del gruppo di maggioranza che appoggia la Lega nord, "Saronno al centro", alle accuse di immobilità avanzate dal gruppo Coscienza democratica

I candidati sindaco di Saronno 2015

La risposta del gruppo di maggioranza che appoggia la Lega nord, “Saronno al centro”, alle accuse di immobilità avanzate dal gruppo Coscienza democratica:

Per taluni versi quanto sta accadendo a Saronno, nel quadro politico attorno al tema dell’accoglienza, appare surreale. Un’iniziativa privata, a causa di un vizio tecnico molto simile ad un peccato originale, viene affrontata sul piano della politica cittadina nell’ormai, tristemente, abituale modo: quello del “pro o contro” per partito preso. Un vero peccato che, tuttavia, il fatto abbia squisitamente natura tecnica e non politica. La soluzione, pertanto, può solo seguire l’iter tecnico e non certo politico in quanto la legge è e deve essere uguale per tutti.

Questo clima di confusione viene gonfiato, da più di un mese, da quasi tutti i partiti. Come sempre, è infatti più facile alzare polveroni e cortine fumogene piuttosto che affrontare le diverse questioni per quello che sono davvero. Essere portatori di verità dovrebbe essere il compito di chi fa politica. E’ un dilemma di coscienza: le regole sono importanti o no? Qualcuno può chiamarsi fuori dal rispettarle o no? Diverso è invece il tema della solidarietà: è atto dovuto da un uomo verso un altro uomo, che va riconosciuto come tale e non come mero problema o opportunità politica per motivi elettorali.

C’è poi chi, dopo cinque anni in supporto all’amministrazione Porro, cerca di definire l’attuale amministrazione come confusionaria e carente nella gestione amministrativa, incapace di far fronte ai problemi che si presentano.

“Saronno al Centro” è stata votata non perchè facesse politica, ma per usare il buon senso nella gestione della città: come assessori, quindi sul piano amministrativo e non politico, stiamo facendo questo. Ciascun essere umano ha in sè valori e coraggio che in buona misura da essi dipende: non ci sottraiamo alle difficoltà e le affrontiamo, certi di non aver tradito nè noi stessi nè chi ci ha votato. Abbiamo il dovere, ed è la suprema difficoltà, di sostenere sempre la verità anche e soprattutto quando farebbe comodo usare slogan del pro o del contro.

Secondo Barba, della lista civica Coscienza Democratica, gli elettori saronnesi hanno il dovere di verificare cosa è stato fatto in questo anno:
– riqualificazione di via padre Giuliani
– riqualificazione di p.za Borella
– riqualificazione via F. Reina
– parcheggio di via Torricelli
– parcheggio di via Tommaseo, area ex vigili del fuoco
– ultimazioni lavori di ristrutturazione dell’ex macello di via don Monza
– ristrutturazione del corpo F del cimitero per far fronte alle infiltrazioni
– ultimazione lavori del corpo C del cimitero
– sulle scuole: rifacimento copertura palestra Aldo Moro; imbiancatura dei plessi Bascapè e I. Militi; ripristino impianto rilevazione fumi e fornitura porte della Bascapè; durante il periodo estivo verranno realizzati i seguenti interventi: sostituzione serramenti D. Chiesa; insediamento 4 sezioni di scuola materna nella scuola San G. Bosco; rifacimento pavimento palestra A. Moro; rifacimento copertura scuola materna don Marzorati. Ed altro in programmazione entro la fine dell’anno ma non ancora aggiudicato.
– recupero e riqualificazione di tre alloggi di edilizia residenziale pubblica
– sostegno all’imprenditoria giovanile
– revisione del mercatino di fine mese
– potenziamento di colonnine elettriche nel centro storico per ampliare l’offerta di eventi
– revisione di alcuni eventi mensili
– sistemazione dei giochi della villa Gianetti
– realizzazione del progetto dell’infomobilità per la fruizione di alcuni parcheggi
– prossima revisione del Distretto Urbano del Commercio
– sull’arredo urbano: prossimo incremento del numero delle panchine e revisione della barriera della ZTL di corso Italia.

Non ci sottraiamo, come assessori, al confronto dialettico con chicchessia. Esigiamo, tuttavia, che la base dello stesso sia la verità.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore