Eternit, smaltirlo è più facile con Aemme Linea Ambiente

La convenzione a vantaggio dei comuni serviti da Aemme Linea Ambiente permette di smaltire il materiale pericoloso più facilmente e a prezzi competititvi

rimozione eternit apertura gallarate

L’abbandono abusivo di lastre di eternit e di altri manufatti contenenti amianto è un fenomeno contro il quale i Comuni combattono costantemente. Si tratta di una vera e propria “piaga”, che provoca danni non solo sul fronte ambientale e della salute pubblica, ma anche su quello economico: i pesanti costi di smaltimento vanno, infatti, a gravare sulle già magre casse degli enti locali.

A fronte delle sollecitazioni pervenute proprio dai Comuni, Aemme Linea Ambiente ha siglato una convenzione con un’azienda specializzata nella rimozione dell’eternit (occorrono, infatti specifici requisiti per lo svolgimento delle delicate azioni di manipolazione e inertizzazione): si tratta della “Ekosater s.r.l.” di San Pietro in Mosezzo (NO), selezionata a seguito di una procedura pubblica.

In base a tale convenzione- già in attiva e fruibile per i cittadini dei Comuni di Legnano, Parabiago, Canegrate, San Giorgio su Legnano, Magnago, Villa Cortese, Arconate, Buscate, Magenta, Ossona, Cuggiono e Boffalora sopra Ticino– gli utenti che si trovano nella necessità di smaltire manufatti in eternit presenti all’interno delle loro proprietà, possono contattare la Ekosater per un sopralluogo gratuito, finalizzato alla redazione di un preventivo (altrettanto gratuito e non vincolante), per la bonifica. L’azienda di San Pietro in Mosezzo mette anche a disposizione un presidio telefonico attivo dal lunedì al venerdì (dalle ore 8.30 alle ore 12.30), a cui l’utente può rivolgersi per informazioni.

L’azienda offre un servizio completo, che contempla, appunto, il sopralluogo di un tecnico specializzato e la redazione di un preventivo gratuito, entro 10 giorni dalla data della richiesta. In caso di approvazione del preventivo, da parte dell’utente, la ditta s’impegna ad effettuare il servizio entro 20 giorni, nel caso in cui il materiale da rimuovere sia a terra ed entro 60 giorni (inclusi i tempi di autorizzazione del piano di lavoro da parte dell’Asl competente), nel caso in cui il materiale sia posto in opera.

L’azienda provvede, infine, alla rimozione dei manufatti in cemento amianto con le necessarie e idonee misure di sicurezza e al trasporto di tali manufatti (con mezzi speciali e unità mobile di decontaminazione), a un centro di stoccaggio autorizzato.

Il costo del servizio sarà quindi poi riconosciuto direttamente dal cittadino alla Ekosater.
I vantaggi per il cittadino sono notevoli:
– minori incombenze di carattere amministrativo
– minori difficoltà nell’individuazione di un soggetto specializzato e competente
– prezzi competitivi sul mercato.

Tutte le informazioni relative alla convenzione sono reperibili sul sito www.aemmelineaambiente.it

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.