Difendiamo l’ospedale dei bambini: si firma in piazza Repubblica

Sabato 29 ottobre, i volontari della Fondazione Ponte del sorriso e dell'associazione Aguav raccoglieranno le firme per la petizione in difesa del polo materno infantile

ospedale del ponte

Sabato 29 ottobre, in Piazza Repubblica, i volontari della Fondazione Ponte del Sorriso e dell’associazione Aguav raccoglieranno le firme per la petizione “Difendiamo l’ospedale dei bambini” per tutelare il futuro dell’ospedale Del Ponte.

La raccolta firme per la petizione sta procedendo con successo. L’iniziativa vuole richiamare l’attenzione delle istituzioni sulla necessità di completare e sviluppare il polo materno infantile e sul rispetto ai diritti dei bambini in ospedale, che necessitano di personale dedicato e strutture adeguate.

« Il piano sanitario nazionale vigente – spiega Emanuela Crivellaro, Presidente della Fondazione –  definisce l’area pediatrica come quella che si prende cura delle malattie del bambino e valorizza l’importante ruolo degli ospedali pediatrici come punti di riferimento per le patologie infantili. Concetto ribadito nel patto della salute 2014-2016 nel quale viene data estrema rilevanza all’umanizzazione delle cure in area pediatrica. Dogma da anni riportato nelle Carte Internazionali dei diritti dei bambini in ospedale.

«Le specialità pediatriche – prosegue – possono anche partire dai reparti degli adulti per passione e predisposizione di qualche medico, ma una volta raggiunto un certo grado di specializzazione, devono confluire nell’area pediatrica, e non viceversa come stiamo assistendo nelle scelte programmatiche di questa Direzione, soprattutto nel caso della Cardiologia Pediatrica, nata addirittura direttamente al Del Ponte. Così come le specialità pediatriche devono essere potenziate e non ridimensionate come sta avvenendo per l’Urologia Pediatrica, una superspecialità che, in questi anni ha dimostrato la sua assoluta valenza e importanza nella cura di una delle più frequenti patologie infantili e deve poter operare con una certa autonomia. O come l’Audiovestibologia, primo centro in Italia per la cura della sordità sia infantile che per adulti, che ancora attende un riconoscimento ufficiale come centro di riferimento regionale».

«La petizione vuole essere la voce di migliaia di persone che, in uno spirito collaborativo, chiedono che l’Ospedale Del Ponte venga veramente sviluppato per essere un polo materno infantile che si occupa delle malattie dei bambini e non un’appendice all’interno di un ospedale per adulti, in virtù dei riferimenti di legge citati.
Sabato 29 ottobre dalle ore 10 alle ore 18.00 saremo in piazza Repubblica, zona edicola, con l’associazione
Cuorieroi per bambini Eroi, quella dei Supereroi, per dare la possibilità di firmare la petizione a tutti coloro che condividono il principio che un bambino in ospedale è prima di tutto un bambino».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore