L’ex sindaco operato a Saronno: “Far emergere il bene del nostro ospedale”

Luciano Porro, anche medico di famiglia, lancia un nuovo appello dopo l'operazione che ha effettuato nei giorni scorsi

Luciano Porro

«Dobbiamo far emergere tutto il bene che ogni giorno viene fatto dall’ospedale di Saronno». Con queste parole l’ex sindaco Luciano Porro, anche medico di famiglia, vuole raccontare la propria esperienza di paziente della struttura di piazza Borella, dove è stato operato lo scorso 5 dicembre. Proprio a causa della cattiva pubblicità che l’ospedale sta avendo a causa dei fatti di cronaca che hanno portato la struttura sui giornali di tutta Italia, l’ex primo cittadino ha voluto raccontare la propria positiva esperienza perché «ci sono persone che lavorano con serietà e competenza. Continuiamo a fidarci e ad affidarci».

Ecco il racconto integrale di Luciano Porro: 

Ieri mattina, lunedì 5 dicembre, sono stato operato di ernia inguinale sinistra, in day surgery, presso il nostro Ospedale di Saronno. Era un intervento programmato da tempo. Vorrei ringraziare tutte le Persone che ho incontrato in questa mia esperienza da ammalato, per una volta stando dall’altra parte, da medico di famiglia che cura e si prende cura dei propri pazienti, a paziente che si lascia curare e si lascia prendere cura da altri medici e infermieri.

Mi sento davvero di ringraziare tutti, uno per uno, per la grande competenza e professionalità dimostrate, per l’Umanità e la gentilezza, non solo nei miei confronti ma di tutte le altre persone che, come me, sono state prese in cura e si sono fidate e affidate al Personale del nostro Ospedale, in sala operatoria come nella successiva degenza al sesto piano, quello riservato appunto al day surgery.

Un ringraziamento sentito, sincero e affettuoso al dr. Ferdinando Cortese, Primario della ” nostra” chirurgia, a tutte le infermiere, Anna, Mara, Stefania, Luisella, Mariella, Maria Teresa, Chiara, Teresa, a Maurizio che mi ha ” trasportato” in barella, ad Antonia che ha fatto un salto a trovarmi dopo l’intervento. Avrò dimenticato qualcuno? Senz’altro, tutti gli altri Medici, Infermieri, gli impiegati… che, quotidianamente, anche ieri, come sempre, lavorano con dedizione a servizio di quanti si rivolgono al nostro Ospedale.

Io mi sono sempre fidato, per me ed i miei cari e per i miei pazienti, come medico e come uomo, come cittadino comune, e come ammalato. In questo triste e buio momento per il nostro Ospedale, credo sia quanto mai doveroso che si faccia chiarezza, lasciare che chi di dovere faccia luce sui gravissimi fatti che hanno portato l’Ospedale di Saronno al centro della cronaca nera, ma sia altrettanto doveroso far emergere tutto il bene che ogni giorno vien fatto, e bene, dalle Persone che ci lavorano. Continuiamo a fidarci e ad affidarci.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 07 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore