Quantcast

Sul palco dell’Ariston o per le strade, ecco i varesini a Sanremo

Vittorio Cosma è protagonista del "Dopofestival", Chiaravalli dirigerà l'orchestra mentre Fabio Feldkircher e Stefano Marinucci tornano per le vie con le loro batterie

Musica Generica

C’è anche Varese al Festival di Sanremo. Anche quest’anno infatti, sono diversi i protagonisti che prenderanno parte alla kermesse musicale, seppur con ruoli differenti.

L’apertura ufficiale della nuova edizione del festival della canzone italiana è per questa sera, alle 20 e 45, ma la città sta già vivendo un grande fermento. «Le strade sono piene di fotografi, di stand radiofonici, di artisti» racconta Vittorio Cosma, musicista e produttore varesino che quest’anno sarà tra i protagonisti del Dopofestival, programma condotto da Nicola Savino e con la Gialappa’s band.

«Ci sarà da divertirsi» racconta durante una breve pausa dalle prove, «sarà una settimana intensa e piena di ospiti: stasera ci sarà Paola Cortellese, poi Antonio Albanese, il musicista Mark King che viene solo per noi e tanti altri. Io sarà al pianoforte e, insieme agli ospiti, giocheremo con la musica. Prenderemo pezzi famosi e li metteremo a confronto con altri, insomma ne vedremo delle belle».

Vittorio Cosma è un veterano del Festival. Ha diretto e accompagnato l’orchestra per molti artisti in gara (Ron, Riccardo Sinigallia, Elio e le storie tese per citare gli alcuni). Con i Deproducers ha scritto la colonna sonora per l’ultimo film di Salvadores e altre infinite esperienze con artisti nazionali e internazionali. A Varese, per l’esattezza a Comerio, è direttore artistico di Microcosmi festival ma, tornando all’esperienza sanremese racconta: «Ci vengo dagli anni’80 e l’atmosfera è sempre la stessa: sembra di stare dentro la festa “impazzita” di un paese. Per me è sempre bello tornarci. Ieri, quando ho incontrato direttori d’orchestra, artisti e produttori ha avuto la sensazione di riabbracciare una grande famiglia. Sembrava di stare al bar della musica nazionale».

Sanremo: la finale

Un altro nome varesino protagonista del festival è quello di Fabio Ilacqua, autore del fortunato brano che l’anno scorso portò Francesco Gabbani a vincere nella sezione “Giovani proposte” (Ilacqua è autore anche di uno dei brani dell’ultimo album di MIna e Celentano ndr). Quest’anno il duo gareggia nella sezione dei Big con il brano “Occidentali’s Karma”.

Brano che vede la collaborazione anche di Luca Chiaravalli, produttore musicale gallaratese che negli anni ha lavorato con Eros Ramazzotti, Nek, Laura Pausini, Giorgia, Hooverphonic, Francesco Renga per citarne alcuni. Luca Chiaravalli inoltre, dirigerà l’Orchestra per Francesco Gabbani e Paola Turci (con la canzone co-prodotta “Fatti bella per te” ndr). Il gallaratese inoltre, è il “padre” di un’altra canzone in gara: quella di Raige e Giulia Luzi.

Stefano e Fabio a Sanremo

Un altro nome varesino è quello di Chicco Gussoni, chitarrista di Busto Arsizio che anche quest’anno fa parte dell’Orchestra dell’Ariston. Per le vie di Sanremo invece, potrete incontrare Fabio Feldkircher e Stefano Marinucci. I due giovani batteristi varesini tornano per le strade sanremesi con il loro progetto: una live session che l’anno scorso ha coinvolto i passanti ma non solo. Tanti artisti si sono uniti a loro per una “sfida” tra batterie.

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore