“Alptransit, abbiamo sempre lavorato con Regione, Rfi e Comuni. Continueremo a farlo”

Il Consigliere provinciale Davide Tamborini a intervenire sulla questione Alptransit per fissare una serie di paletti e fare chiarezza su tutto il lavoro fatto in questi anni

141tour Mornago

«Alptransit: se le amministrazioni di Angera e Taino hanno nuove proposte siamo pronti a valutarle, ma secondo una serie di principi e tempistiche e tenendo conto di tutto il lavoro fatto da Provincia di Varese e riconosciuto sia da Regione, Rfi e le amministrazioni locali interessate». E’ il Consigliere Davide Tamborini a intervenire sulla questione Alptransit per fissare una serie di paletti e fare chiarezza su tutto il lavoro fatto in questi anni da Provincia di Varese.

«L’amministrazione provinciale, che certamente ha un orientamento politico, è però prima tutto composta da amministratori locali. E questo è il primo concetto da tener presente quando si parla Alptransit, tema, che vorrei ricordare, è sempre stato affrontato in sintonia e sinergia con Rfi e Regione Lombardia e i Comuni interessati. A tal proposito infatti è bene ricordare che, a seguito di un grande lavoro condotto da Provincia nel ruolo di capofila riconosciuto da Regione Lombardia, e in sintonia con Rfi e i Comuni si è arrivati a individuare opere e priorità per ridurre il più possibile l’impatto dell’opera sul territorio. La prova è che a larga maggioranza, il Consiglio provinciale, due anni fa ha approvato lo schema degli interventi da realizzare e le priorità».

«Successivamente Provincia in collaborazione con le realtà territoriali interessate ha sempre lavorato per trovare l’opportunità più consona sulla base dei finanziamenti stanziati relativamente all’opera – prosegue il consigliere -. Inoltre credo si debba anche spiegare quali sono stati i criteri utilizzati: chiusura dei passaggi a livelli e risoluzione di tutte le problematiche viabilistiche, l’aspetto ambientale e la previsione di opere di compensazione. In ogni caso, ogni progetto in ogni comune è stato attentamente valutato e concordato con l’amministrazione interessata anche sulla base delle specificità delle problematiche. A Laveno come a Ispra e in tutto gli altri Comuni siamo sempre stati disponibili ad accogliere spunti e suggerimenti. Così è stato anche ad Angera e Taino. Ora, nel caso in cui ci fossero soluzioni differenti rispetto a quelle concordate e sulle quali abbiamo comunque investito tempo e risorse, siamo disponibili insieme a Infrastrutture Lombarde e all’Assessore Sorte a valutarle, ma sempre tenendo conto dei principi stabiliti e delle risorse economiche messe a disposizione da Regione Lombardia. In ogni caso il lavoro di provincia sul Alptransit prosegue, tanto che stiamo entrando nella fase progettuale delle opere previste a Sangiano. Provincia rimane a disposizione dei Comuni di Taino e Angera per valutare se vi sono modifiche da fare rispetto al progetto concordato inizialmente».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore