Dal debate al giornalismo: un weekend di sfide per gli studenti

Si è svolta la prima olimpiadi di debate che ha visto la partecipazione di circa 1000 studenti. Nello stesso weekend a Varese ospitavamo Bloglab

ite tosi

Cento studenti a Varese coinvolti nella sfida di giornalismo multimediale e 100 studenti a Roma concentrati nella sfida del debate.

Lo scorso weekend ha visto i ragazzi di tutt’Italia impegnati in attività extrascolastiche stimolanti e impegnative.

E mentre quella di Varese e organizzata dal nostro giornale è raccontata nel sito Bloglab composto da articoli, video e gallerie fotografiche dedicati ai 4 beni Unesco del territorio, ma non solo, a Roma studenti di tutt’Italia si sono sfidati nell’arte della retorica. (foto sotto)

Sabato 18 novembre si è conclusa a Roma, presso la Biblioteca del Senato della Repubblica “G. Spadolini”, la prima edizione delle Olimpiadi di Debate delle scuole italiane. 

La finale si è svolta alla presenza della Ministra dell’istruzione , dell’università e della Ricerca  Valeria Fedeli, che ha personalmente premiato vincitrici e vincitori e ha riconosciuto il valore didattico e formativo del Debate, anche in un’ottica di educazione alla cittadinanza. 

L’iniziativa, fortemente voluta e finanziata dal MIUR, era stata preceduta da 15 corsi di formazione dedicati a studentesse e studenti e docenti di ogni scuola polo. Sono stati coinvolti in tutto 34 istituti scolastici, 48 docenti e quasi 100 studentesse e studenti, per un totale di oltre 50 giorni e 400 ore di formazione residenziale. La formazione è poi continuata nelle singole Regioni, ad opera delle e dei docenti delle scuole polo, e ha interessato più di 400 scuole che hanno coinvolto nella preparazione e nella selezione più di 1.000 studentesse e studenti e più di 200 docenti.

Sabato, prima della proclamazione delle vincitrici e dei vincitori, le due squadre finaliste della Campania e della Sicilia  si sono confrontate  su uno dei tre temi ufficiali di questa edizione, elaborati da una commissione internazionale, prevista dal Regolamento, che si è ispirata ai temi dell’Agenda 2030. “I Paesi del G20, per salvare il pianeta dal riscaldamento globale, devono adottare obiettivi di riduzione delle emissioni globali di CO2 più ambiziosi rispetto a quelli degli Accordi di Parigi”, questo l’argomento del dibattito.

Al termine del dibattito sono stati proclamati e premiati i primi tre migliori speaker e le due squadre finaliste 

Migliori Speaker
1. Benedetta Leone, Team Puglia
2. Federica Sirressi, Team Puglia
3. Francesco Scognamiglio, Team Campania

Team in finale
I classificato – Team Puglia dall’I.I.S.S “Pietro Sette” di Santeramo in Colle (BA):
Vito Gesia
Benedetta Leone
Francesco Pontrandolfo
Federica Sirressi
Docente Accompagnatore: Maria Giuseppa Giove

II classificato – Team Sicilia dal Liceo Classico Statale “N. Spedalieri” di Catania:
Rebecca Leonardi
Giuliana Vento
Emilio Agosta
Tommaso Nigra
Docente Accompagnatore: Stefania Pisano

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore