Il terremoto nel parmense registrato anche a Varese

Il sismografo del Centro Geofisico Prealpino ha registrato la scossa nella zona di Fornovo di Taro

Terremoto Parma, sismografo del Centro Geofisico Prealpino

Anche il sismografo del Centro Geofisico Prealpino ha registrato la scossa di terremoto di oggi, domenica 19 novembre.
“Un terremoto di magnitudo 4.4 si è verificato oggi alle 13:37:43 nell’Appennino Parmense ed è stato avvertito debolmente dai piani alti delle case anche dal Varesotto e Canton Ticino – scrive Paolo Valise, del Centro Geofisico – .

Le località più prossime all’epicentro, calcolato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), sono i paesi di Varano de Melegari e Fornovo di Taro (26 km a SW di Parma) dove si era già verificato un terremoto più debole alle 13:10 di magnitudo 3.3.
Con magnitudo non particolarmente elevata, all’epicentro non si sono verificati danni ma solo spavento.
Poco a Sud dell’epicentro odierno, nel Frignano, un terremoto di magnitudo 5.4 si era registrato il 27 gennaio 2012 con qualche danno all’epicentro e forte risentimento anche a Varese”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.