Area delle Nord, l’assessore Tovaglieri: “Più elasticità non significa spezzettamento”

La grande area dismessa a ridosso della stazione Fnm torna al centro del dibattito, in vista della variante al Pgt che verrà portata in consiglio. Isabella Tovaglieri replica alle preoccupazioni del Pd

I candidati under 30 di Busto Arsizio

L’area delle Nord torna al centro del dibattito politico dopo le dichiarazioni di Massimo Brugnone, consigliere del Pd, in merito alla presentazione di una interrogazione sulle intenzioni dell’amministrazione comunale di spezzettare gli interventi e lasciare mano libera ai privati, proprietari delle varie aree che circondano la stazione Fnm.

L’assessore all’Urbanistica Isabella Tovaglieri ha voluto replicare all’interrogazione del Pd senza entrare troppo nel dettaglio del lavoro preparatorio della variante al Pgt: «Non so come il consigliere Brugnone possa dare un giudizio su un lavoro che non è stato ancora presentato – spiega l’assessore – lo faremo nel momento opportuno, a differenza delle loro interrogazioni che prima finiscono sulla stampa e poi vengono discusse. Se hanno già le risposte non capisco perchè debbano presentare delle interrogazioni».

Al di là della critica al lavoro dell’opposizione, comunque, l’assessore spiega anche che «l’area delle Nord è in quelle condizioni dagli anni ’80 e che fino ad oggi non si è trovato il modo di far decollare i progetti che sono stati presentati negli anni. Questo non significa che adesso chiunque può costruire quello che vuole ma semplicemente che il Pgt ha definito le destinazioni delle aree ma non ha fornito ai privati gli strumenti attuativi, una lacuna che stiamo riempiendo con la variante che presenteremo».

Il principio su cui si basa questo strumento è, comunque, quello di fornire un inquadramento degli interventi che si potranno fare, lasciando una maggiore elasticità ai proprietari delle aree: «Se avessi voluto lasciare mano libera ai privati avremmo tolto il perimetro all’area mentre, al contrario, stiamo cercando di contemperare in maniera diversa l’interesse pubblico con quello privato».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 16 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore