Un concerto per pianoforte a sostegno del Gulliver

Concerto con il pianista Danilo Blaiotta all'auditorium di Maccagno e mercatino benefico in piazza Garibaldi a Luino

danilo blaiotta

Il Rotaract Laveno Luino “Alto Verbano” sarà impegnato per tutta la giornata di sabato 31 Marzo nelle attività di raccolta fondi per il Centro Gulliver di Varese (https://www.centrogulliver.it/).

“Siamo molto felici di aver portato nel nostro territorio il Maestro Danilo Blaiotta (http://www.daniloblaiotta.com), bravissimo pianista jazz varesino di fama internazionale -afferma Francesco Maria Castelli, Presidente Rotaract Laveno Luino “Alto Verbano”- che potrà allietare i partecipanti al nostro concerto di pianoforte solo Jazz di sabato 31 Marzo, ore 21, all’Auditorium di Maccagno. L’ingresso -prosegue Castelli- sarà gratuito ad offerta libera, il ricavato andrà in beneficenza al centro Gulliver.”

Inoltre, sempre nel pomeriggio di sabato 31, in piazza Garibaldi a Luino, il Rotaract organizzerà sempre un mercatino benefico, sempre a sostegno del centro Gulliver, dalle 14.30 alle 19.00: saranno in vendita colombe, riso e giochi per bambini.

Danilo Blaiotta – Biografia

Nasce nel 1987 a Castrovillari (CS). Cresciuto in Lombardia fino alla maggiore età, studia pianoforte con il M° Chiara Nicora e nel 2011 si laurea con 110 e lode in discipline pianistiche a indirizzo solista sotto la guida del M° G. Maiorca al conservatorio “S.Giacomantonio” di Cosenza. E’ stato primo premio assoluto con punti 100/100 in svariati concorsi nazionali ed internazionali ed ha collezionato numerosi secondi e terzi premi. Ha suonato in tutta Italia da solista in importanti rassegne nei templi sacri della musica classica. Si citano tra i più importanti il Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Lirico di Cagliari, “Villa Bozzolo” di Casalzuigno-VA, “Villa Demidhoff” di Firenze, Auditorium Sinopoli di Fiesole-Firenze-, Teatro Mercadante di Napoli, Ravello Concert Society, Teatro Rendano di Cosenza e tanti altri. Ha inoltre tenuto recital nella Svizzera italiana, in Germania e in Olanda. Ha composto brani per “I ME DEA”edizioni (2005) e per il catalogo d’arte “Doppio Misto”(2009). E’ stato maestro concertatore di alcune opere liriche. Ha suonato come solista con l’ Orchestra Filarmonica di Donetsk (rep. Ucraina) nell’esecuzione del concerto n. 2 op. 18 di S. Rachmaninov. Ha studiato con i M°Porrini, Murano, Marvulli, Burato, Perticaroli, Lucchesini (perfezionamenti Scuola di musica di Fiesole). E’ stato seguito per svariati anni dal grande pianista Aldo Ciccolini. Particolare interesse ha suscitato la sua propensione ad eseguire la musica di Claude Debussy; nella prima metà del 2012, per i 150 anni dalla nascita, importanti realtà concertistiche lo hanno visto protagonista in progetti dedicati appunto al grande compositore francese.

Nonostante la sua precoce carriera come pianista classico, fin dall’infanzia coltiva l’amore e la passione per il jazz, passione che negli ultimi anni è divenuta il centro delle sua principali attività artistiche. Così dal 2012 Blaiotta decide di dedicarsi totalmente al pianoforte e alla composizione jazz. Comincia da subito a suonare con importanti musicisti italiani ed esteri in diverse formazioni. Tra i più significativi Logan Richardson, Tommy Crane, Mike Applebaum, Moritz Gotzen, Karl Degenhardt, Claudio Fasoli, Achille Succi, Pietro Leveratto, Attilio Zanchi, Robertinho De Paula, Reinaldo Santiago, Joe Amoruso, Antonio Onorato, Giuseppe Bassi, Francesco Puglisi, Anita Vitale, Marco Zanoli, Carlo Lomanto, Fabrizio La Fauci, Velia Ricciardi, Riccardo Di Vinci… Ha frequentato i corsi estivi di Siena Jazz, studiando pianoforte con Kenny Werner, John Taylor, Franco D’Andrea e Stefano Battaglia. Sempre per Siena Jazz, ha studiato musica d’insieme e suonato con Larry Grenadier e Avishai Cohen. Nell’estate 2011 ha creato il progetto “BALKANICA” (con Achille Succi, Pietro Leveratto, Fabrizio La Fauci e Marco Rossin) del quale è appena uscito un disco edito per Picanto Records 2015. Suona stabilmente in duo con Claudio Fasoli e con Achille Succi. Nel 2011 è stato pianista di Massimo Lopez e Marisa Laurito per RAI UNO.. Recentemente entra a far parte dell’ Anita Vitale 4et e dell’ Antonio Onorato 4et. E’ spesso impegnato nel teatro di prosa, nei melologhi e in“work in progress” tra parola e improvvisazione jazzistica: si citano gli spettacoli “Clitennestra” per la regia di M.L.Bigai con Anita Bartolucci; “Peggio di un bastardo-Omaggio a C.Mingus” con G. Blaiotta, A.Zanchi, M.Rossin. E’ stato direttore artistico assieme al soprano F. Aspromonte della stagione concertistica “Note Altre…”, che ha ospitato grandissimi musicisti italiani ed internazionali. Ha partecipato ad una serie di importanti rassegne ed incontri d’arte, esibendosi davanti a grandi personalità dell’arte e della letteratura del ‘900 come Alda Merini, Ernesto Treccani e Ibrahim Kodra. . Come arrangiatore, ha collaborato nella prima realizzazione del disco “Lule Bore” uscito per “Amadeus” nel 2009. Principali progetti jazz: Balkanica quintet, Danilo Blaiotta Trio, Danilo Blaiotta German Trio (feat. M.Goetzen e K. Degenhardt), Claudio Fasoli Duet, Achille Succi Duet, Luca Nostro “Are You Ok?”, Anita Vitale 4et, Antonio Onorato 4et, Agora Tà 4et, Danilo Blaiotta & Synapsis Orchestra (Tribute to G. Gershwin), Piano Solo. Proprio in piano solo Blaiotta è apprezzato e riconosciuto anche oltre i confini nazionali. Dal 2014 è spesso richiesto in importanti festival in Germania (ha suonato per l’ Eppstein Klavierfest 2014 e 2015, Kelkheim Kulturbahnhof 2015, Stadthalle di Hofheim; oltre a vari festival in Wiesbaden, Frankfurt Am Mein, Darmstadt, Langen ecc…), ottenendo sempre successi di critica e pubblico.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.