Decreto Dignità, penalizzato il gioco legale?

Divieto totale per la pubblicità. Venti di burrasca sul gioco d’azzardo dopo il via libera del Consiglio dei Ministri al Decreto Dignità

Parlamento italiano

Divieto totale per la pubblicità. Venti di burrasca sul gioco d’azzardo dopo il via libera del Consiglio dei Ministri al Decreto Dignità. In queste ore i concessionari online in possesso di licenza AAMS alzano gli scudi, perplessi sugli effetti del nuovo provvedimento. Non uno scontro ma un invito al governo a sedersi insieme intorno ad un tavolo per studiare le corrette misure per combattere le ludopatie e non favorire il gioco illegale.

Decreto Dignità e gioco d’azzardo legale

Cosa contiene il nuovo Decreto Dignità di Luigi Di Maio sull’azzardo? Vietata qualsiasi forma di pubblicità per giochi e scommesse in trasmissioni televisive, radio, quotidiani e periodici, Internet,  sponsorizzazioni di eventi e qualunque forma di comunicazione.

Una misura adottata per contrastare le ludopatie. I concessionari legali online sono in sintonia con il governo nella lotta a questo fenomeno sociale molto grave ma in totale disaccordo sui provvedimenti di un decreto che andrebbe a favorire le società irregolari, danneggiando le aziende titolari di regolare licenza.

Il problema evidenziato da diversi manager di società autorizzate AAMS è incentrato sulla questione che il loro settore non può andare avanti senza pubblicità, in quanto tutto viene svolto online. Senza una tale comunicazione c’è il rischio che i giocatori si affidino a società operanti all’estero e prive di licenza, approfittando della situazione.

I giocatori userebbero piattaforme non controllate, aperte al gioco minorile, senza alcuna tracciabilità dei fondi, dotati di software non certificati.

Tutti gli operatori casino eslot machineonline legali verrebbero in questo modo discriminati e ciò porterebbe all’uscita dal mercato, in mancanza di un elemento fondamentale che li contraddistingue da società prive di licenza.

Gioco d’azzardo legale, quali vantaggi

Le aziende regolamentate tengono a sottolineare come tutte le attività ed i giochi oggi vengono sottoposti alla supervisione dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Giocare online presso gli operatori AAMS significa ricorrere ad una serie di elementi che sin dalla iscrizione del giocatore ruotano intorno alla sicurezza: impostazione dei limiti di deposito, tracciabilità dei fondi, esclusione dei minori, equità dei giochi.

e aziende concessionarie offrono un sistema online che funziona perfettamente, in quanto monitorato in ogni più piccolo dettaglio, basti pensare che le slot machine sono tutte certificate da organismi esterni secondo le linee guida dettate dai Monopoli di Stato e quindi approvate dagli stessi. Mentre altrettanto non si può dire per l’offline, un comparto in cui le slot machine fisiche la fanno da padrona, prive degli stessi controlli richiesti per il gioco sul web.

Le società in regola con lo Stato italiano si domandano perché se la raccolta online è meno di 1/6 di quelle provenienti dai canali terrestri, viene colpito un settore, peraltro regolamentato, a discapito di vlt, gratta e vinci e lotterie inspiegabilmente escluse dal decreto? Per questo invitano il governo ad un tavolo comune per adottare assieme nuove misure per contrastare le ludopatie e non favorire il gioco illegale a discapito di chi opera secondo le norme di legge.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore