Carla Bagaglio va in pensione dopo 42 anni. I ringraziamenti della città

Lo storico funzionario dell'Ufficio commercio del comune di Sesto Calende è stata premiata dai commercianti sestesi

Sesto Calende varie

«È curioso sapere che il Commercio Sestese, dalla nascita della Repubblica Italiana avvenuta nel 2 Giugno del 1946, ha avuto, presso il Palazzo Comunale, solo 2 interlocutori: il ragionier Gian Franco Merati e la Carla Bagaglio». Anche di questo simpatico aneddoto (e considerazione) si è parlato in occasione dell’atteso riconoscimento lasciato nelle mani della Carla Bagaglio, storico funzionario dell’Ufficio commercio del comune di Sesto Calende che, dopo 42 anni di onorato servizio, è andata in pensione.

È stata la cornice della Festa di Sesto Città, alla presenza delle più importanti Autorità Amministrative, quella scelta dal Gruppo Commercianti e Artigiani, da ConfCommercio Gallarate Malpensa e dalla Pro Sesto per tributare alla Carla Bagaglio un meritato riconoscimento. Ci si è affidati alle parole del Fiduciario di ConfCommercio Gallarate Malpensa Limbiati Marco, nonché speaker del Palio Sestese 2018, per ricordare la figura della Carla Bagaglio.

Assunta nel 1976, dal 1984 è diventata responsabile dell’Ufficio Commercio del Comune di Sesto Calende al posto del ragionier Gian Franco Merati che era entrato nel 1947. Unanime gli elogi alle competenze, alla grande disponibilità, alla capacità di mettersi dalla parte dei suoi interlocutori. Dedita alla risoluzione dei problemi, appianare le difficoltà e superare gli ostacoli.

Si sono associati a questi lusinghieri giudizi anche il vice sindaco Giovanni Buzzi e l’assessore al Commercio Edoardo Favaron presenti alla breve cerimonia. La consegna avvenuta dalle mani del presidente del Gruppo Commercianti Patrick Panza e da quello della Pro Loco Ivana Boffo accompagnata dal vice presidente Andrea Scandola e dal consigliere comunale Simone Pintori testimonia anche quanta gratitudine all’operato di Carla Bagaglio sia espresso dalle tante associazioni che operano nella realtà sestese e che quotidianamente si rivolgevano a lei per organizzare i loro eventi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore