La notte della Luna collega Tradate al mondo

Sabato 20 ottobre il gruppo Astronomico Tradatese organizza "Moonwatch Party 2018", una speciale osservazione della Luna aperta a tutti che si svolgerà in contemporanea in tutte le nazioni

luna - foto di julian giulio

(foto di Julian Giulio)

Sabato 20 ottobre si svolge a Tradate “MoonWatch Party 2018“, una grande  serata di osservazione celeste organizzata dal Gruppo Astronomico Tradatese presso la scuola media Galilei .

L’evento in occasione della “Notte della Luna”, un’iniziativa promossa a livello mondiale da una decina d’anni  dall’International Observe the Moon Night, con lo scopo di fare osservazioni della Luna contemporaneamente nello stesso giorno in tutto il pianeta.

 

In totale sono in programma in tutto il mondo oltre 600 iniziative distribuite in 70 paesi, delle quali circa 150 in Europa.

Per la sua caratteristica primaria (osservazione della Luna nello stesso momento in tutto il mondo) il comitato organizzatore  statunitese  gradisce molto la partecipazione all’evento di Istituti scolastici. Un’indicazione  a sua volta fatta propria dal  Gat che ha strettissimi legami con il mondo della scuola.

Dopo il coinvolgimento dell’ Istituto Pavoni nel 2016 e del Liceo Curie nel 2017,  il Gat terrà il suo Moonwatch Party 2018  presso la scuola media Galilei  di Via Trento e Triste, posizionando un cospicuo numero di telescopi nell’ampio campo da calcio.

La scelta della data del 20 ottobre 2017 non è casuale: la Luna (nell’ Acquario) infatti, essendo illuminata per  ¾, regalerà splendidi contrasti di ombre sui crateri e sui mari specialmente  nella zona del terminatore, ossia al confine tra la parte illuminata e scura. .

«Sarà una vera sorpresa per chi, magari, la scruterà da vicino al telescopio per la prima volta – dicono gli organizzatori – Sarà soprattutto una serata indimenticabile per tutti i ragazzi della scuola, specie se accompagnati dai loro genitori e dai loro professori».

Alla Media Galilei  il Gat trasferirà molti dei suoi telescopi, compreso il rifrattore Frahunofer gigante di Antonio Paganoni, il massimo che sia mai stato auto-costruito e capace di fornire visioni  fantastiche. Ovviamente, assieme alla Luna sarà possibile dare un occhio ad altri oggetti celesti: tra questi anche Marte, situato a due passi dalla Luna  nel vicino Capricorno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore