“Mektoub My Love” al cineforum delle Arti

Il regista franco-tunisino Abdellatif Kechiche torna con una nuova opera, dopo il successo di La Vita di Adele

Cinema teatro delle Arti Gallarate

Cineforum giovedì 18 ottobre alle Arti
Mektoub My Love: canto uno
di Abdellatif Kechiche

Dopo il successo di La Vita di Adele, il regista franco-tunisino Abdellatif Kechiche torna dietro la macchina da presa per riflettere sul significato della parola “destino” (in arabo “mektoub”).
Il film Mektoub My Love: canto uno è la prima parte di un progetto ambizioso in tre parti, basato sul testo autobiografico di Francois Begaudeau, autore del libro da cui era tratto La classe.

Narra l’educazione sentimentale di un aspirante sceneggiatore, Amin, un timido ragazzo di origine tunisina. Trasferitosi a Parigi da una piccola comunità di pescatori sulla costa Mediterranea del sud della Francia, ritorna nella sua città natale per le vacanze estive. Porta sempre con sé la macchina fotografica e trova così l’ispirazione per la scrittura di nuove sceneggiature, si lascia andare all’euforia e alla gioia dell’amore, scoprendo quanto le conseguenze delle azioni passate influiscano sul presente e cosa il destino, il mektoub, abbia in serbo per lui.

Introduzione e commento finale saranno a cura del critico cinematografico Angelo Croci.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore