Palumbo: “Fs deve investire di più nel rinnovo della flotta”

Socio di Trenord, l'azienda ferroviaria nazionale ha però treni più vecchi e ha messo meno risorse nel rinnovo del materiale. Il presidente della Commissione Infrastrutture ha presentato una risoluzione per sollecitare anche il governo a dare risposte in Lombardia

angelo palumbo

È stata depositata nella mattinata di oggi una risoluzione sul tema della qualità del trasporto ferroviario lombardo. Primo firmatario il consigliere regionale Angelo Palumbo, Presidente della V Commissione Territorio e Infrastrutture.

«L’attuale livello del servizio del trasporto ferroviario lombardo si dimostra troppo spesso inadeguato. Ritardi, cancellazioni e guasti sono, purtroppo, all’ordine del giorno. Da qui nasce la proposta di risoluzione redatta in collaborazione con altri consiglieri di maggioranza».

La risoluzione guarda a Trenord, ma anche a Fs, socio di Trenord attraverso la controllata Trenitalia «Ci aspettiamo un impegno concreto e sostanziale di Gruppo Fs che consenta di rinnovare la flotta e che possa così dare quelle risposte tanto adeguate quanto urgenti che centinaia di migliaia di cittadini lombardi si aspettano. Regione Lombardia ha fatto la sua parte inserendo impegni precisi anche nel Piano Regionale di Sviluppo votato dall’aula consiliare lo scorso mese di luglio e c’è l’impegno a supportare ogni azione utile volta a migliorare la qualità del trasporto ferroviario regionale».

«Diversi sono i punti strategici dell’impegno rivolto sia al Presidente della Giunta regionale che al alla Giunta lombarda. Un impegno per garantire il rispetto del cronoprogramma degli interventi, degli investimenti e delle azioni volte al miglioramento della condizione dei pendolari lombardi. Sollecitare il Governo affinché il Gruppo FF.SS. / Trenitalia effettui investimenti analoghi al socio paritario FNM, sostituendo il vecchio materiale a noleggio con un’adeguata quantità di treni di nuova costruzione, in analogia con il programma di acquisto di nuovo materiale rotabile che Trenitalia sta attuando in diverse Regioni italiane. Una valutazione positiva del rinnovo del contratto regionale con Trenord solo se il vettore garantirà la possibilità di ulteriori investimenti. Sollecitare la stessa Trenord nel rivedere la struttura operativa ed organizzativa per garantire il raggiungimento di un livello adeguato dei servizi offerti. Sollecitare RFI ad eseguire gli interventi di ammodernamento e manutenzione della rete ferroviaria della Lombardia, per superare gli attuali “colli di bottiglia” e ottenere i relativi miglioramenti del servizio nonché a collaborare per la riqualificazione delle stazioni lombarde per renderle più moderne, vivibili e sicure. Prevedere opportune misure o servizi compensativi per gli utenti che usufruiscono del servizio ferroviario regionale a fronte dei disagi e disservizi patiti. Riferire ogni tre mesi presso la V Commissione consiliare “Territorio e Infrastrutture”, circa le azioni di miglioramento della rete e in merito al cronoprogramma di attuazione della missione 10 del Piano Regionale di Sviluppo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore