Personale di Gladys Colmenares all’imbarcadero

Un repertorio di opere, dove la libertà espressiva sprigionata attraverso le colorazioni vivaci e multiformi cattura l’attenzione di chi guarda

Avarie

Gladys Colmenares, venezuelana originaria di Caracas si presenta con un repertorio di opere, dove la libertà espressiva sprigionata attraverso le colorazioni vivaci e multiformi cattura l’attenzione di chi guarda, sulle stesse frequenze della magia del momento creativo fissato per sempre nell’opera d’arte.

È in questi giorni disponibile ai visitatori la sua mostra personale nello spazio espositivo dell’imbarcadero di Luino.

Spesso sono “assemblages”, formati da pannelli colorati, sui quali sono inserite mensole o scavate concavità, che sostengono oggetti di collezione, bamboline, piccole figure in legno o plastica scovati nei mercatini. Talora sono installazioni: così come nelle pitture–oggetto o negli assemblaggi, è ben presente l’aspetto ludico. Sono grandi o piccoli manufatti in cui si incontrano surrealtà, divertimento, invenzione; possono essere letti e compresi da tutti, grazie alla gioia visiva che sanno dare, la fantasia e la magia del colore. Nei “dipinti, una straordinaria capacità di elaborazione tematica consenti di affrontare in un linguaggio molto personale, la l’astrazione e le istanze metaforiche ritmate in guizzanti cromatismi”. Cosi scrive dell’artista il critico Fabrizia Buzio Negri.

Nell’ambito della sua carriera artistica ha allestito numerose mostre personali e collettive, a Londra, Caracas, Praga, Berlino, Milano, Bologna, Roma, Mantova, Firenze, Genova, Venezia riscuotendo ampio successo da parta dal pubblico e dalla critica, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti.

«La sala espositiva dell’Imbarcadero di Luino in questi giorni ospita Gladys Colmenares – commenta l’Assessore Pier Marcello Castelli – Artista che espone opere di arte moderna che si è evolve in una forma artistica che dona sentimenti ed emozioni. Con Gladys ci siamo incontrati oggi, le sue opere sono di un cromatismo particolare una simbiosi di colori che donano energia, gioia ed entusiasmo. Auspico che Luino le doni il meglio. La casualità ci ha portati a Luino ed abbiamo scoperto questo spazio espositivo – afferma l’artista – Amo il lago in un paesaggio stupendo. ALuino avevo partecipato ad una mostra collettiva molto bella con il circolo degli artisti. Il mio consiglio per visitare la mostra…Lasciatevi emozionare…».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore