Fede e culture nell’attualità cinese

È giunto alla quarantesima edizione il Convegno di Studi Religiosi organizzato dall’Istituto Superiore di Studi Religiosi Beato Paolo VI che si terrà l'8, il 9 e il 10 novembre

Tempo libero generica

È giunto alla quarantesima edizione il Convegno di Studi Religiosi organizzato dall’Istituto Superiore di Studi Religiosi Beato Paolo VI, che dopo aver affrontato le tematiche del dialogo interreligioso in Europa, America e Africa, anche con la pubblicazione di un’ampia e specifica Collana di Testi di Storia Religiosa, inaugura un nuovo ciclo aprendosi al mondo estremo orientale. L’appuntamento è per l’8, il 9 e il 10 novembre a Villa Cagnola di Gazzada Sschianno.

L’argomento trattato in questa quarantesima edizione risulta più che mai in linea con l’attualità poiché i lavori avranno inizio a poche settimane dalla firma dell’Accordo Provvisorio tra Santa Sede e Repubblica Popolare Cinese sulla nomina dei Vescovi. Sarà un percorso composto da diversi Convegni volti a studiare i rapporti che, nelle diverse epoche, hanno fatto incontrare la Cina e il resto del mondo, unendo “universi culturali e religiosi” così lontani. Si vorrà comprendere quali condizioni hanno favorito o ostacolato tali rapporti nel corso della storia, quali
sono stati i frutti (e i limiti) e quali sono le prospettive di un futuro, auspicabile, confronto. Fede, arte e cultura, società e politica, la questione economica, i diritti umani; sono solo alcuni degli argomenti che verranno affrontati nel corso dell’intero progetto, per comprendere al meglio le questioni che hanno condizionato il presente e, soprattutto, il futuro delle comunità cattoliche in Cina, ma anche delle comunità cinesi in Italia e nel resto del mondo. Questa edizione tratterà nello specifico il dialogo e la convivenza con la cultura locale delle forme della presenza cristiana in Cina, come pure le problematiche che l’incontro tra culture così diverse pone alla riflessione contemporanea.

La Conferenza Inaugurale dell’8 novembre (ore 21.00) è ad accesso libero e non necessita di iscrizione (benché molto gradita). Le giornate del 9 e 10 novembre prevedono una quota di iscrizione di € 50.00 (Previste riduzioni).

Sono disponibili 10 borse di studio per universitari meritevoli di età inferiore ai 35 anni che stanno lavorando su un argomento affine al tema del convegno. Sono previsti prezzi competitivi per chi necessita soggiornare a Villa Cagnola per i giorni del convegno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore