L’anno si chiude in jazz, un mese di appuntamenti in musica

Dicembre in jazz con l'associazione culturale 67 Jazz Club Varese che propone una serie di appuntamenti da vivere anche sotto l'atmosfera natalizia. Ecco tutti gli appuntamenti

Generico 2018

Dicembre in jazz con l’associazione culturale 67 Jazz Club Varese che propone una serie di appuntamenti da vivere anche sotto l’atmosfera natalizia. Ecco tutti gli appuntamenti:

Venerdì 07 dicembre, evento alle 21 e 15 al CFM di Barasso con l'”Harmony Less Quartet”: un nuovo progetto del contraltista Tommaso Starace che include uno dei tenoristi più’ apprezzati nella scena jazzistica britannica: Dave O’Higgins, con Davide Liberti al contrabbasso e Ruben Bellavia alla batteria.

Il Quartetto prende il suo nome dall’assenza di strumenti armonici quali il piano o la chitarra. L’assenza di questi strumenti da la possibilità ai due sassofonisti di improvvisare con una maggiore libertà’ armonica come se fossero nel contesto di un trio quando ciascuno fa il suo assolo (improvvisando con basso e batteria). Le melodie dei sassofoni sono armonizzati dando più’ carattere e colore alle composizioni.

Domenica 09 dicembre appuntamento con il jazz alle 17 e 30 allo Spazio YAK di Piazza De Salvo 8 con “Sophisticated Ladis” con Paola Luffarelli, voice, Andrea Besana reciting voice, Stefano Bassi guitar e Roberto Piccolo bass.  Paola Luffarelli, ripropone uno spettacolo presentato, con grande successo, una decina d’anni fa. Si tratta di un delizioso affresco sulla vocalità femminile, una breve storia della vocalità nel jazz, accompagnata (e arricchita) dalla recitazione di frammenti poetici e stralci biografici di alcune fra le più importanti interpreti del genere. Si va dal blues struggente di Bessie Smith al lirismo di Billie Holiday, dallo swing incalzante di Ella Fitzgerald alla raffinata musicalità di Sara Vaughan, fino ad esplorare le forme più sperimentali del jazz moderno di artiste quali Sheila Jordan, Shirley Horn, Betty Carter, Carmen Mc Rae, Cassandra Wilson. Grande prova di versatilità e di interpretazione canora quella di Paola, ben sostenuta musicalmente dalla chitarra di Stefano Bassi e dal contrabbasso di Roberto Piccolo. L’attore Andrea Besana è la voce recitante.

Venerdì 14 dicembre, alle 21 e 30 appuntamento alle Cantine Coopuf con About Time Quartet con Thomas Rosenfeld – keyboards, Luca Pedroni – guitar, Marco Conti – bass e Massimiliano Salina – drums. Il gruppo musicale About time nasce alla fine del 2016, per iniziativa del pianista e compositore Thomas Rosenfeld, spinto dall’esigenza creativa di realizzare e proporre una serie di composizioni originali creando delle sonorità particolari riconducibili al jazz elettrico. I riferimenti e le contaminazioni sono vari (prog, funky, latin, blues, classica…), ma il gruppo mantiene una sua identità musicale molto definita. Il suono è fresco ed energico, con grande impatto dal vivo, le melodie sono accattivanti , le variazioniì ritmiche e le improvvisazioni coinvolgenti. About time è composto da 4 musicisti che vivono nella provincia di Varese, attivi da anni in vari contesti e progetti di matrice jazzistica ma non solo, e che
vantano numerose esperienze musicali, concertistiche e discografiche, in Italia e all’estero. Nel gennaio 2018 è uscito il loro primo disco “About time”, su etichetta Sonitus. A fianco del fondatore concorrono alla realizzazione del progetto il chitarrista Luca Pedroni, il noto ed eclettico bassista Marco Conti e il batterista Massimiliano Salina.

Venerdì 21 dicembre, alle 21 e 15 al CFM di Barasso appuntamento con l’Attilio Zanchi Quartet con  Gianni Azzali  sax, Massimo Colombo – piano, Attilio Zanchi – double bass , Tommaso Bradascio – drums. La musica di Charlie Mingus è, e rimarrà, nei cuori e nelle orecchie di tutti gli amanti del Jazz ed è servita a ispirare diverse generazioni di musicisti. Mingus è stato, oltre che un magnifico contrabbassista, anche un prolifico compositore, arrangiatore, pianista e leader di diverse storiche formazioni. I suoi gruppi, che vanno dal trio fino alla big band, hanno attraversato ed influenzato diversi periodi stilistici a partire dagli anni 50 fino ad arrivare agli anni 70. Senza dubbio Mingus è stato, insieme a Duke Ellington, uno dei più importanti compositori del Novecento; nelle sue musiche si possono sentire le radici del Blues, gli echi del Gospel, lo Swings ed il Be Bop, il Soul Jazz fino ad arrivare al Free più furioso e alla musica d’avanguardia.  E’ per questa ragione che la sua musica può essere quasi considerata come un ritratto enciclopedico della storia del Jazz e può essere suonata tutt’oggi senza apparire datata, ma fornendo anzi sempre spunti nuovi ed ispirazione. Il gruppo nasce dal sodalizio musicale più che ventennale tra il contrabbassista Attilio Zanchi ed il pianista Massimo Colombo. Il sassofonista Gianni Azzali è una delle nuove belle realtà del Jazz Italiano. Completa infine il Quartetto il batterista Tommy Bradascio che è in possesso di un ottimo swing e di una preparazione tecnica che gli può consentire di suonare questo difficile repertorio in modo fluido e dinamico.

Domenica 23 dicembre si torna allo Spazio Yak di Piazza De Salvo alle 17 e 30 con l’appuntamento “Anche il NATALE può essere JAZZ” e il Christmas Red & Noir Trio con Maddalena Antona vocal, Alessio Isgrò guitar, Davide sardi guitar.

La proposta del Red & Noir Trio in versione natalizia, già facente parte del rogramma SPEAKinJAZZ organizzato da 67 Jazz Club Varese, si inserisce nelle iniziative previste da Spazio Yak – Teatro Karakorum, nell’ambito del “Progetto cultura – quartieri Natale anno 2018” in partenariato con il Comune di Varese. Il trio, composto dalla cantante Maddalena Antona, accompagnata da due fra i più dotati chitarristi di Varese e provincia quali sono Alessio Isgrò e Davide Sardi, ha elaborato un vasto repertorio, spesso sorprendente e sapientemente arrangiato in chiave jazz, di melodie, note e meno note, riconducibili al Natale e ai suoi riti.

Venerdì 28 dicembre appuntamento alle 21 e 30 con Eazy Quartet con
Alessio Migliorati  flute, Marco Punzi guitar, Francesco Marchetti double bass / Fabrizio Carriero drums + CHRISTMAS HOLIDAYS JAM SESSION.

Eazy Quartet è una giovane formazione milanese che propone un caleidoscopico universo musicale, un quadro variopinto di influenze, in cui il filo rosso è l’amore per il jazz. Si tratta di un quartetto atipico, composto dal flauto traverso di Alessio Migliorati, dalla chitarra di Marco Punzi, con Francesco
Marchetti al contrabbasso e Fabrizio Carriero alla batteria, dove la ricerca timbrica e l’equilibrio strumentale contribuiscono a creare dei live set di facile e divertente ascolto…eazy! Il repertorio composto da brani originali, standards poco consueti e rivisitazioni jazz di brani della tradizione pop-rock. Nel corso della serata presentano Snow, il loro disco di debutto, uscito nel febbraio di quest’anno. Seguirà l’ultima jam session del 2018, cui hanno già assicurato la presenza numerosi musicisti.

Domenica 30 dicembre appuntamento alle 21 e 30 alle Cantine Coopuf  con  “2018… addio ! Domani è il tuo ultimo giorno” e il COSIMO & THE HOT COALS con Cosimo Pignataro – trumpet vocal, Mirko Boles double bass / Martin Di Pietro piano, Stefano Della Grotta guit/ Banjo / Michele Capasso  drums.

Com’è ormai nella tradizione del 67 jazz club varese anche quest’anno si festeggia il penultimo, anziché l’ultimo, dell’anno. La serata per salutare in anticipo il 2018 è una vera propria festa, nel corso della quale si potrà mangiare, bere e … ballare. Naturalmente per poter conferire all’appuntamento un sapore di festa vera si è dovuto trovare la formazione musicale “giusta” e l’abbiamo individuata nella band di Cosimo Pignataro, trombettista, cantante e spigliato intrattenitore. Cosimo & the Hot Coals propongono il repertorio della tradizione di New Orleans, dell’hot jazz e dello swing degli anni ’20 e ’30, cercando di essere fedeli ai grandi del jazz come Louis Armstrong, Bix Beiderbecke, Fats Waller.. Durante le loro esibizioni è vivo lo spirito e l’energia delle second line e delle marching band, del pittoresco carnevale (Mardi Gras) e della musica nata tra il quartiere francese e il famoso quartiere a luci rossse Storyville di New Orleans. Buffet e beverage saranno garantiti dall’associazione “tu sei coltura” e da Coopufood, emanazione “mangereccia” di Cantine Coopuf. Per prenotazioni e informazioni 3480174188.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore