Il Partito Democratico di Busto Arsizio pronto a rilanciare su ACCAM

In seguito a quanto emerso nella commissione su ACCAM dello scorso 6 novembre, il Partito Democratico di Busto Arsizio ribadisce la propria posizione

accam

In seguito a quanto emerso nella commissione su ACCAM dello scorso 6 novembre, il Partito Democratico di Busto Arsizio ribadisce la propria posizione.

“Siamo contrari al piano industriale presentato in commissione in quanto si fonda su presupposti incerti ed aleatori che lo rendono in definitiva non sostenibile. Condividiamo appieno le criticità segnalate dal Dirigente del nostro Comune, criticità che non permettono di intravedere nel piano presentato una reale soluzione per il futuro dell’impianto” – afferma Paolo Pedotti, vicesegretario reggente del circolo – “Il rischio è infatti quello di prorogare l’attività, sulla carta, solo fino al 2027 per poi ritrovarci, a distanza di pochi anni, a ridiscutere della situazione e poi rinviare nuovamente la scelta tra la chiusura e un vero progetto di rilancio, a discapito delle tariffe chieste ai cittadini che aumenteranno”.

Tuttavia, il PD fa un passo in più. “Come già abbiamo fatto in merito al tema dell’ospedale unico non ci limitiamo a fare contestazioni, ma porteremo in Consiglio una nostra proposta completamente diversa rispetto all’atto di indirizzo che il Sindaco ci chiede di votare e che è inaccettabile” – così Valentina Verga, capogruppo del Partito Democratico in consiglio, sintetizza la prossima mossa del gruppo. Insomma, a differenza di quanto è potuto sembrare in commissione, la strada in consiglio si dimostra in salita con il PD pronto ad evidenziare le contraddizioni interne alla maggioranza, presentando una propria proposta.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore