“Beppe da Varese”: ecco chi è Giuseppe Marotta

Da “garzone” dello spogliatoio biancorosso ai tanti successi con la Juventus e ora inizia l’avventura all’Inter

eugenio fascetti beppe marotta varese calcio anni ottanta

(Un giovane Beppe Marotta sulla panchina del Varese al fianco di Eugenio Fascetti)

Aveva appena più di 10 anni quando Giuseppe “Beppe” Marotta, classe 1957, dava una mano nello spogliatoio del Varese. Non anni a caso, ma quelli dei biancorossi in Serie A, del 5-0 alla Juventus, di Armando Picchi e Pietro Anastasi, che diventerà uno dei suoi più grandi amici.

A 19 anni era già diventato responsabile del settore giovanile biancorosso e successivamente prese in mano l’area tecnica della società, sfiorando la Serie A con Eugenio Fascetti in panchina nel 1982, l’anno della maledetta partita contro la Lazio.

Poi le esperienza a Monza, Como, Ravenna, Venezia, Atalanta e nel 2002 la Sampdoria, dove inizia la sua vera carriera da top manager, suggellato dalla qualificazione in Champions League nel 2010.

andrea agnelli beppe marotta juventus

L’exploit a Genova convinse i dirigenti della Juventus a puntare su di lui. Scelta quanto mai azzeccata: dal giugno del 2010 all’ottobre 2018, nel corso del lavoro di Marotta, i bianconeri vincono sette scudetti di fila. L’unico neo rimane l’Europa, con due finali di Champions League perse, nel 2015 contro il Barcellona e nel 2017 contro il Real Madrid.

Non solo risultati sul campo: il valore della società di Torino è cresciuta esponenzialmente ritornando ad essere uno dei club più influenti e quotati in Europa e nel mondo.

Obiettivo che ora spera di riguadagnare l’Inter, che si affida al varesino per provare a tornare a vincere lo scudetto e ottenere successi nel Vecchio Continente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore