“Il negoziante di vicinato? Un vero eroe”

Il presidente della Camera di Commercio di Varese, Fabio Lunghi, saluta con grande favore il primo Gran Galà del Commercio. "Natale occasione di reset e restart per i negozianti"

Fabio Lunghi, presidente della Camera di Commercio

«Eventi come quello del prossimo 9 dicembre servono a percorrere una strada nuova. Momenti di aggregazione, di condivisione, che rientrano in un progetto di rinnovamento più ampio. Da Gallarate parte il messaggio del nuovo corso di Ascom e lo stesso messaggio si allargherà a tutta la provincia».

Il presidente della Camera di Commercio di Varese, Fabio Lunghi, saluta con grande favore il primo Gran Galà del Commercio, organizzato al Teatro Condominio da Ascom Gallarate e Malpensa con il patrocinio dell’amministrazione comunale dei Due Galli. Di scena, a ingresso gratuito, il comico Gigi Vigliani.
Uno spettacolo di cabaret che ha un significato che va oltre le due ore di risate e intrattenimento proposte a chi vorrà intervenire. Per Lunghi l’appuntamento del prossimo fine settimana diventa infatti l’occasione per una riflessione sul settore del commercio e in particolare sul ruolo di Confcommercio.

«Bisogna passare oltre la banale rappresentanza, cominciando a lavorare su servizi innovativi e sull’accompagnamento vero nell’era digitale. Dobbiamo puntare all’allargamento dei settori di appartenenza dei nostri associati, penso ad esempio a quello dei trasporti e del terziario che nella zona del mandamento di Gallarate e Malpensa costituiscono una importante realtà grazie alla presenza dell’aeroporto».
Per il presidente è arrivato il momento di compiere il salto di qualità, di alzare l’asticella: «A Gallarate – spiega – è possibile pianificare una crescita del nostro movimento perché il presidente Chiodi e la sua squadra hanno trovato basi solide dalle quali potere (e dovere) ripartire». E ancora: «Da Gallarate, dai nuovi vertici dell’associazione, può prendere avvio un cambiamento più generale nel Varesotto dove quattro delle cinque Ascom territoriali hanno recentemente avvicendato il presidente».

L’obiettivo indicato dal numero uno della Camera di Commercio «è arrivare a una rappresentanza unica, ad una sola autorevole voce che a livello provinciale parli a nome di tutto il nostro mondo».

E il punto di partenza o di ripartenza è qui, a dicembre: «Per noi il Natale, con tutti i cambiamenti in atto, mai come quest’anno rappresenta un momento di svolta; un’occasione per il reset e il restart. Resta il mese più importante per il commercio, nonostante l’online, soprattutto per il negoziante di vicinato che io considero un vero eroe. A lui ci rinvolgiamo, iniziando dall’imminente periodo delle festività, dicendogli di affidarsi sempre più all’associazione perché qui abbiamo gli strumenti per aiutarlo, farlo crescere, per farlo restare sul mercanto e per consentirgli di essere innovativo. Abbiamo tanti esempi che ogni singolo commerciante può seguire, esempi che hanno un volto, un nome e un cognome. Sono i nostri associati che, chi vorrà, potrà incontrare e conoscere in occasioni come quella del Gran Galà del Commercio, un appuntamento conviviale organizzato proprio a questo scopo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore