Openjobmetis a Venezia alla ricerca dell’impresa

Domenica 9 (ore 19) i biancorossi ospiti al "Taliercio" della Umana, seconda forza del campionato. Ma l'anno scorso la squadra di Caja confezionò la grande sorpresa. Mercato: interessa il belga Salumu

Openjobmetis Varese - Happy Casa Brindisi 69-51

La classifica dice “seconda contro terza”, e per questo l’incrocio del “Taliercio” tra Venezia e Varese ha i crismi della partitissima nella nona giornata della Serie A di basket, turno che arriva dopo la pausa per le nazionali e che dunque si porta con sé tutte le incognite del caso.

“Seconda contro terza” è frase zuccherina per i tifosi della Openjobmetis che – almeno quelli più attenti – sanno bene che il risultato attuale sarà durissimo da mantenere, non solo nell’incontro in programma (dalle 19 di domenica 9) a Mestre. Però la squadra di Attilio Caja è in piena bagarre per centrare uno dei primi otto posti alla fine della stagione regolare e regalarsi così la qualificazione alla Coppa Italia: con sette partite a disposizione, questa è una meta che alla luce della situazione attuale può essere percorsa.

Vincere a Venezia sarà comunque difficilissimo: l’Umana ha perso una sola volta in stagione, per di più contro Milano e di pochi punti, rafforzando così la propria candidatura a prima antagonista dell’Olimpia. De Raffaele, coach scudettato due anni fa, è alla guida di una rosa davvero profonda e ricca di talento, tanto tra gli esterni quanto tra ali e lunghi – qui sotto Caja tesserà le lodi dei giocatori orogranata – e con molti uomini in grado di colpire in attacco, pure con percentuali alte. La parola “impossibile” però non può esistere su un campo da pallacanestro e bene lo sanno entrambe le squadre, perché l’ultima volta al “Taliercio” accadde l’impensabile: Varese, ultima e reduce da una serie di capitomboli, sbancò il palazzetto della Reyer e iniziò una serie di undici vittorie in fila che traghettò i biancorossi dalla zona retrocessione al sesto posto. Accadde pochi mesi fa, e un bis farebbe davvero sognare.

MERCATO: PIACE SALUMU

Intanto la società prosegue a guardare eventuali correttivi sul mercato, con Pablo Bertone unico indiziato al taglio o comunque all’uscita dalle rotazioni. Sfumata qualche settimana fa la pista Stojanovic, ancora lontana quella che potrebbe portare al ritorno di Dominique Johnson, il nome più caldo è ora quello di Jean Salumu, guardia ala della nazionale belga, oggi in Turchia al Sakarya, squadra con difficoltà finanziarie. I più attenti ricorderanno il 28enne fiammingo con la maglia di Ostenda: nell’ottobre 2015 fu il migliore in campo a Masnago (con 22 punti) nella partita vinta dalla sua squadra (79-83) all’esordio di Fiba Europe Cup

COACH TO COACH

Attilio CAJA (Openjobmetis): «La Reyer ha ottenuto uno status nazionale ed europeo con anni di basket ad alto livello, con lo scudetto e la vittoria in Fiba Europe Cup – spiega il tecnico varesino – Complimenti al gm Casarin e De Raffaele che hanno di nuovo costruito una squadra per obiettivi importanti. Bramos è un grande tiratore, molto continuo, poi ci sono giocatori come Stone o come i lunghi che hanno grande qualità fisica come Watt e Vidmar (cui va aggiunto Daye ndr). Mi fa anche piacere vedere italiani in grande crescita come Tonut e Biligha che continuano a migliorare e sono in pianta stabile in Nazionale. Lo stesso vale per Mazzola e De Nicolao».

“L’Artiglio” prova quindi a dettare la ricetta ai suoi giocatori: «Siamo curiosi di vedere cosa accadrà alla ripresa: le pause lasciano sempre delle incognite. Noi dobbiamo giocarci la partita con la spavalderia degli sfidanti ma anche ricordando che se non faremo bene, ci daranno una lezione severa. Anche perché in ogni ruolo hanno taglia superiore alla nostra, cosa che si argine con sforzo individuale e difesa di squadra».

Walter DE RAFFAELE (Umana): «Varese merita i risultati ottenuti e per me non è una sorpresa – spiega il coach che sfiorò, da playmaker, uno scudetto a Liverno – Ha mantenuto il telaio dell’anno scorso e aggiunto giocatori adeguati al basket dell’allenatore. La Openjobmetis è molto solida e ha trovato la leadership di Avramovic, sta facendo bene anche in Coppa. Mi aspetto una partita difficile nel quale dovremo leggere bene il ritmo della gara, perché Varese è atletica ma sa anche correre. La sosta è stata utile per ricaricare le pile in vista di un dicembre molto impegnativo».

DIRETTA VN

La partita del “Taliercio” sarà raccontata, canestro dopo canestro, dal nostro giornale all’interno del liveblog sportivo dedicato al basket. I lettori possono intervenire scrivendo nello spazio commenti o usando gli hashtag #direttavn e #veneziavarese su Twitter e Instagram; il live è già attivo dal venerdì pomeriggio con notizie, curiosità, statistiche e con il sondaggio-pronostico prepartita. Per accedere alla diretta CLICCATE QUI.

CLASSIFICA (dopo 8 giornate): Milano 16; Venezia 14; VARESE, Cremona, Avellino, Brindisi 10; Pesaro, V. Bologna, Trieste 8; Sassari, Brescia, Cantù 6; Torino, Pistoia, Trento, Reggio Em. 4.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore