La figura del Wedding Planner di cosa si occupa?

Quanti di voi non hanno mai sognato di organizzare il matrimonio perfetto? Questo è oggi possibile grazie alla professione del Wedding Planner

vario

Quanti di voi non hanno mai sognato di organizzare il matrimonio perfetto?
Questo è oggi possibile grazie alla professione del Wedding Planner.

Con il termine inglese Wedding Planner si fa riferimento a quella figura professionale che progetta i matrimoni. In sostanza esso si occupa dell’intero assetto organizzativo, pianificando ogni dettaglio della cerimonia insieme alla coppia che diventerà presto marito e moglie.

Nello specifico, lo scopo di questo mestiere è quello di riuscire a far andare tutto nel verso giusto, organizzando il matrimonio perfetto in ogni dettaglio per i due sposini, sollevandoli anche da preoccupazioni e ansie perché di tutte le eventuali complicazioni se ne occuperà direttamente il responsabile.

Di sicuro il percorso per diventare Wedding Planner non è percorribile da tutti: infatti alcuni spesso rinunciano, in quanto occorre avere molta dialettica, conoscere possibili clienti e soprattutto amare il proprio lavoro perché spesso questo mestiere include orari differenti e massacranti che tengono occupati gli organizzatori di matrimoni quasi tutti i week-end dell’anno, soprattutto in estate.

Oggi i social network sono la parte più importante per far conoscere le proprie capacità alla popolazione e per attirare quanti più clienti possibili, quindi occorrerà utilizzarli nel modo giusto come ad esempio aprendo un proprio sito o mettendo sui social, come Facebook o Instagram, le foto dei matrimoni a cui si è partecipato, mettendo in risalto le proprie esperienze e il proprio impegno.

Come diventare Wedding Planner in Italia

Questo mestiere, nato negli Stati Uniti, non ha da subito interessato gli italiani in quanto preferiscono organizzare il proprio matrimonio da soli, senza interferenze.

Per far sì, quindi, che essi prendessero in considerazione nel giorno più importante della loro vita questo aiuto, la figura del Wedding Planner è stata ampliata. Infatti, si può contattare l’organizzatore solo per avere dei semplici consigli come ad esempio per la scelta della location, delle bomboniere, per l’animazione dei bambini o per la musica.

In Italia, però, non c’è ancora un vero e proprio regolamento su come diventare Wedding Planner e questo mette in difficoltà e scoraggia i futuri aspiranti. Per evitare ciò, sono state ideate delle possibili soluzioni percorribili per chi volesse intraprendere questa nuova avventura come ad esempio:

  • frequentare dei corsi di formazione per wedding planner, che si svolgono in molte città italiane;
  • fare esperienza presso un altro Wedding Planner, anche se questa sembra essere la strada più difficile perché non sono molti quelli che decidono di ingaggiare delle nuove persone che svolgono lo stesso mestiere;
  • aprire una propria partita iva con relativa attività se si pensa di riuscire a conquistare molti clienti. Di solito molti di questi professionisti svolgono il proprio lavoro autonomamente senza bisogno di terze persone. Il costo per l’investimento da effettuare per mettersi in proprio si aggira all’incirca dai mille ai diecimila euro;
  • corsi online per diventare wedding planner, rimedio per chi abita troppo lontano dai corsi veri e propri: sono ugualmente riconosciuti;
  • laurea in Media Management e Organizzazione di Eventi: si tratta di una laurea triennale ed è anche prevista la specifica.

Naturalmente sarebbe opportuno chiedere informazioni a chi già ha percorso questa strada ed è nel campo già da diversi anni, per non commettere errori e capire qual è per ognuno la via più giusta da seguire.

Il sogno diventato realtà di Robertà Patanè

Con gli anni la figura del Wedding Planner ha ottenuto sempre più successo, tant’è che da ormai cinque anni è possibile partecipare al concorso organizzato ogni anno, Wedding Awards, ideato dal portale “matrimonio.com”. A votare, in questa gara, sono gli sposi stessi, ovvero le stesse persone che dovranno pronunciare il fatidico sì.
Soltanto il 5% di tutti fornitori iscritti al portale può vincere i Wedding Awards e una di queste è Roberta Patanè, in quanto, da quando è iniziato il concorso, è stata una delle pochissime a prendere ogni anno la vittoria, stracciando ogni possibile avversario.

Roberta Patanè è una donna di quaranta cinque anni residente a Rimini che da ragazza non avrebbe mai immaginato di poter fare questa professione. Infatti, si è laureata in Economia e Commercio ed ha sempre lavorato fino ad una decina di anni fa in varie aziende.

Ma questo lavoro non la soddisfaceva fino in fondo e, complice la crisi italiana, ha deciso di dare una svolta alla sua vita inseguendo ciò che da sempre la appassionava, ovvero come creare e come organizzare il matrimonio dei sogni.

Così, nel giro di breve tempo, si è iscritta all’Accademia degli Eventi di Roma, prendendo parte a dei corsi che le hanno permesso di iniziare a fare la professione dei suoi sogni.

Da lì, come ci racconta lei stessa, è sempre stata una crescita, che le ha permesso e le garantisce tutt’oggi moltissime soddisfazioni, tra cui le numerose vincite a questo concorso.

La cosa che rende Roberta più felice e orgogliosa del cammino intrapreso è quella di sapere che molte coppie vogliano affidarsi a lei e che sono disposte a volte anche a cambiare data per il giorno delle nozze pur di poterla avere al loro fianco e farsi organizzare il matrimonio da lei.

I progetti ideati ed i titoli posseduti dalla Patanè

La perseveranza e la passione che hanno sempre distinto Roberta Patanè nel suo lavoro, oggi le hanno permesso di riscuotere molto successo e di riuscire a creare dei progetti specifici ed originali ed inoltre di poter vantare importanti titoli. Come ad esempio:

  • Video per consigli utili: Roberta ha creato, esattamente il 15 giugno 2011, il primo video e lo ha caricato sul suo canale YouTube, nel quale dava alcuni consigli ai futuri sposi. Oggi questo avvenimento è divenuta una ricorrenza: infatti, ogni venerdì pubblica dei video dando consigli e suggerimenti per cercare di far evitare agli sposi eventuali errori, anche i più banali.
  • Matrimoni con l’accento: visti i numerosi fan che amano e seguono con vigore i consigli e le idee di Roberta, ha deciso di creare un Wedding Vlog dove spiega posso dopo passo le giuste regole per creare un matrimonio da favola.
  • Il primo video corso completo per spose: acquistabile attraverso il Vlog Matrimoni con l’accento, si può accedere a un vero e proprio percorso guidato per organizzare le nozze come un professionista con tanto di strumenti da wedding planner scaricabili

I titoli e riconoscimenti che le sono stati riconosciuti sono invece:

  • Titolo di prima Wedding Vlogger italiana;
  • Riconoscimento da Donna Moderna come tra le sette migliori Wedding Planner d’Italia.

I consigli della Wedding Planner Roberta

Roberta Patanè, oggi, grazie al suo successo, svolge regolarmente gli aggiornamenti in modo sistematico e continuativo, perché spesso i corsi frequentati l’anno prima non bastano per l’anno successivo quindi è costantemente aggiornata sulle migliori novità.

Il vero scopo e obiettivo della Wedding Planner Roberta è quello di far conoscere ancora meglio il lavoro di Wedding Planner, perché ancora oggi non del tutto compreso e si pensa spesso che non sia una vera e propria professione, ma più un hobby o un passatempo.

Il consiglio e spunto che possiamo prendere dalla vita della Wedding Planner, è quello di inseguire sempre i propri sogni e se all’inizio si pensa che la strada sia troppo in salita, bisogna pensare che prima o poi tutti arrivano in cima alla vetta, come per il proprio matrimonio.

In conclusione, con l’aiuto di Roberta Patanè, chi ha intenzione di convolare a nozze sa che con lei si ha la possibilità di avere tutto il materiale necessario per rendere ancora più magico quel giorno e permette di garantire ai novelli sposini un giorno da favola, perché il matrimonio è un avvenimento che non ha uguali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore