Elezioni, verso un “listone unico” di centrosinistra civico-politico

L'ex vicesindaco Luigi Luce di MDP: "Già avviate delle discussioni con le altre forze di opposizione per raggiungere una nuova unità"

MDP

Un listone unico che raccolga tutte le forze di opposizione del centrosinistra, civiche e politiche. È questo quello a cui starebbero lavorando le sezioni locali di Partito Demarcatico, Movimento Democratico e Progressista e la lista civica Partecipare Insieme 2.0, in vista delle elezioni amministrative che sono in programma nella prossima primavera.

Nei mesi scorsi, infatti, il sindaco Dario Galli, eletto anche in Parlamento e oggi vice ministro allo sviluppo economico, è stato costretto a scegliere di dimettersi per rispettare la legge in vigore. Questo ha portato la città alle elezioni anticipate, dopo due anni dall’ultima tornata elettorale. Elezioni che si svolgeranno a maggio, in concomitanza con le europee.

La vera sorpresa sul fronte delle opposizioni arriva dai rappresentanti del Movimento Democratico e Progressista, tra cui spicca l’ex vicesindaco della città Luigi Luce. Con lui anche Luigino Portalupi del coordinamento provinciale del partito: «La posizione provinciale e che noi siamo favorevoli a creare un’alleanza più estesa possibile con tutte le forze che sono in opposizione a questo centrodestra a traino leghista. Auspichiamo anche una discussione con il Movimento 5 stelle a livello territoriale, creando una sorta di contratto locale. A noi interessa principalmente di far riprendere una discussione tra centrosinistra e civici».

A livello locale, riferito alla città di Tradate, interviene Luce: «Abbiamo già avviato una discussione con le altre forze politiche e civiche di opposizione e sembra proprio che si vada verso un’alleanza che prevede la creazione di un listone unico». Già aperti, quindi, i contatti con Partito Democratico e Partecipare Insieme 2.0, anche se non c’è ancora la scelta di un candidato sindaco: «Prima definiamo l’alleanza e gli obiettivi comuni, poi ragioneremo sul nome». Non si esclude che possano anche effettuarsi delle primarie in città.

«Penso che in Tradate sia abbastanza maturo il momento di creare un listone unico di centrosinistra, anche con i 5 stelle se si rendessero disponibili» conclude Luce: «Vorremmo riuscire a chiudere un accordo entro fine gennaio».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore