Piatto di pesce e patatine, Gerry Alotta “doma” anche la quarta puntata di Masterchef

Il maniscalco di Busto Arsizio attraversa la serata con perizia e molta attenzione

Busto generiche

Una prova non in primo piano, ma sufficiente a garantirsi il passaggio alla prossima puntata, per Gerry Alotta, il maniscalco di Busto Arsizio in gara a Masterchef.

Nella prima fase della serata Gerry si è trovato al pressure test a base di pesce. La sfida era cucinare il “quinto quarto di mare”, le parti meno nobili del pesce. E anche se non era alle prese con la carne, il maniscalco “texano-bustocco” ha cucinato guance di ricciola e polenta liquida con crema di carote e pelle croccante: un piatto che ha convinto. «Molto buono» ha sentenziato Joe Bastianich, che con Alotta ha un certo feeling a stelle-e-strisce.

Alla sfida a squadre in esterna – girata tra l’altro in una villa a LegnanoGerry Alotta è finito nella brigata rossa, ben guidata da Giovanni ma che si è rivelata più debole nel menù, tra l’altro a base di carne (e Alotta è stato scelto proprio perché bravo macellaio). Gerry è comunque finito tra i salvati nella prova successiva, in cui i concorrenti erano valutati su un piatto semplice ma non facile: le patatine fritte. Le sue erano di colore poco dorato, ma i giudici hanno lodato la salatura.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore