La Openjobmetis torna da Ostenda con un tesoretto di 3 punti

I biancorossi vincono 70-73 nella gara di andata dei quarti di Fiba Europe Cup: piccolo ma prezioso tesoro in vista del ritorno a Masnago

aleksa avramovic basket openjobmetis varese ostenda

Tre punti sono pochi, nel basket moderno, e possono essere vanificati da un qualsiasi tiro da lontano, Ma possono essere ugualmente sufficienti, importanti, utili e belli specie se colti – come è accaduto alla Openjobmetis – in una trasferta difficile, contro una squadra coriacea e di buon livello tecnico qual è l’Ostenda campione del Belgio.

Sulle rive del Mare del Nord, sventola un timido biancorosso: 70-73 per Varese che ora avrà l’occasione e la necessità di ribadire il risultato sul campo di casa, mercoledì 27, all’Enerxenia Arena. Servirà un’altra vittoria, è vero, ma la squadra di Caja potrà contare sul proprio pubblico e sulle mura amiche anche se – lo diciamo a partita finita e referto rosa in carniere – si poteva spremere anche qualcosa di più dalla partita nelle Fiandre.

Amen, va bene lo stesso, anche se il pizzico di rammarico per quei vantaggi un po’ più ampi (anche in doppia cifra, ma lontano dal traguardo) rimane. La Openjobmetis tuttavia ha saputo anche rintuzzare un ultimo assalto dei belgi che in un’unica occasione a 4′ esatti dalla fine erano riusciti a mettere la testa avanti, sospinti da un giocatore totale come Fieler (26 di valutazione) e dai lampi della pantera Williams, ben arginato nel primo tempo ma determinante nella ripresa. Caja però ha avuto, al solito, più di un protagonista tra le sue fila: Avramovic innanzitutto, quello più evidente con le sue puntate verso il canestro a tagliare in due la difesa. Scrubb, al solito, quello quasi invisibile ma sempre pronto quando serve la giocata utile. Bene nel complesso anche Scrubb, Cain e pure Iannuzzi, mentre Tambone (ottimo) ci permette di introdurre il solito discorso fastidioso, quello su un Moore da zero punti a cui l’Artiglio ha spesso preferito il playmaker italiano. Insomma, dalla regia dell’ex pistoiese è arrivata un’altra prova alquanto rivedibile (sebbene bilanciata da quella di Djordjevic sul fronte belga) che ci tiene sulle spine, tanto per la coppa quanto per la trasferta di Brindisi.

Per visualizzare al meglio il live, CLICCATE QUI

COLPO D’OCCHIO

Il bell’impianto del VersluysDome resta per larghi spazi vuoti in occasione del quarto di finale di Fiba Europe Cup, anche se non si può dire che ci sia il deserto sugli spalti. Di certo però il pubblico di Ostenda, che applaude il grande ex Salumu al momento della presentazione delle squadre, non impone il fattore campo che sarebbe bello invece vedere tra sette giorni a Varese e che si è sentito eccome a Prishtina due settimane fa.

PALLA A DUE

Caja premia l’enfant du pays, Jean Salumu, con la presenza in quintetto base, una rarità con l’Artiglio in panchina. A fargli spazio è Aleksa Avramovic mentre anche l’altro ex di giornata, Dominique Archie, è nei cinque “partenti”. Padroni di casa che si affidano in regia alla grande esperienza di Djordjevic e che iniziano senza il rientrante pivot Djurisic, sostituito in partenza da Desiron. Fuori dai titolari anche Williams, abituato però a entrare in corsa per Lasisi.

I voti: Scrubb è l’uomo ovunque, Avramovic tagliente

LA PARTITA

Varese vuole far subito paura al Filou come aveva fatto con Avellino e Cremona: 10-0 di parziale con le triple di Archie e ospiti subito costretti al timeout. Ostenda però non è fatta di pastafrolla e dopo lo spavento iniziale comincia a rimontare con Lasisi e soprattutto con Fieler che mette la prima tranche di punti sul tavolo. Non basta per il ricongiungimento e al 10′ la OJM comanda 17-21.
Avramovic nel frattempo rileva Salumu e offre un secondo quarto da applausi: la difesa di casa non prende mai il serbo che sceglie a ripetizione la sua soluzione preferita (penetrazione di mano sinistra) per volare presto in doppia cifra. Buono anche Tambone in regia, e così Varese risale e tocca anche il +13 (tripla di Salumu) anche se proprio l’unica sbavatura di Aleksa – persa a metà campo sull’ultimo assalto – consente al Filou di accorciare sulla sirena con Lasisi (33-43).
Il rientro in campo è duro per la squadra di Caja che stavolta fatica a colpire in attacco e quindi deve aggrapparsi alla difesa per tenere alla larga i fiamminghi. I primi punti biancorossi arrivano dopo 5′ con un contropiede di Avramovic, poi i canestri di Iannuzzi e Tambone permettono di limitare i danni e tenere il Filou alle spalle (50-54)

IL FINALE

Ostenda trova subito il -2 ma qui Varese estrae dal cilindro un’accoppiata di triple firmata da Tambone e Scrubb che rinvigorisce i biancorossi. Gli ospiti tornano anche a +10 ma poi cominciano a subire la rapidità bruciante di TJ Williams: l’esterno americano colpisce in penetrazione e trascina i suoi, e quando Salumu si incarta due volte in entrata Ostenda riesce anche a sorpassare, con canestro del solito Fieler (65-64 a 4’30 dalla fine). Torna Cain a consolidare la difesa e il pivot è determinante: canestro del controsorpasso, difesa favolosa su Djurisic da cui nasce la tripla del +4 di Scrubb che ammutolisce l’arena. Avramovic però sbaglia la tripla del colpo di grazia, così Williams riporta vicino i suoi, puniti però da una sontuosa entrata di Archie a 22” dalla fine. La partita è vinta, il punteggio non è definito: Cain sul fallo sistematico strappa un altro +5 ma a un secondo dalla fine ancora Williams guadagna e segna due liberi contro Avramovic per il 70-73 conclusivo.

FILOU OSTENDA – OPENJOBMETIS VARESE 70-73
(17-21, 33-43; 50-54)

OSTENDA: Djordjevic 1 (0-3, 0-1), Lasisi 7 (2-2, 1-3), Kesteloot 5 (1-2, 0-1), Fieler 20 (5-11, 3-5), Desiron 2 (1-2); Williams 17 (4-9, 1-3), Schwartz 3 (0-1, 1-5), Mwema 11 (3-4, 1-4), Buysschaert (0-1), Djurisic 4 (2-4). Ne: Lambrecht, Buza. All. Giergia.
VARESE: Moore (0-1, 0-2), Salumu 6 (1-5, 1-3), Scrubb 11 (1-3, 3-4), Archie 13 (2-3, 3-9), Cain 7 (2-3); Iannuzzi 4 (2-4), Avramovic 22 (7-9, 1-4), Natali, Tambone 10 (2-3, 2-4), Ferrero (0-2). Ne: Gatto, Verri. All. Caja.
ARBITRI: Poursanidis (Gre), Maciulaitis (Lit), Velikov (Bul).
NOTE. Da 2: O 18-39, V 17-31. Da 3: O 7-22, V 10-28. Tl: O 13-16, V 9-11. Rimbalzi: O 37 (12 off., Fieler 9), V 32 (8 off., Cain 7). Assist: O 13 (Fieler 4), V 11 (Moore 4). Perse: O 10 (4 con 2), V 9 (Avramovic 3). Recuperate: O 3 (Fieler 2), V 6 (6 con 1). Usc. 5 falli: nessuno. F. tecnico: Salumu, Iannuzzi. F. antisportivo: Djurisic.

Conti e Tambone concordi: “Vittoria ottima su campo difficile”

Per visualizzare al meglio il live, CLICCATE QUI.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 20 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore