MV Agusta, ritorno nel mondiale senza squilli e senza punti

Aegerter e Manzi, in gara, hanno migliorato le posizioni ottenute in prova senza però entrare nella Top15 della Moto2. Nota positiva, i tecnici hanno potuto accumulare dati preziosi per una moto nuova

stefano manzi mv agusta motociclismo losail

È stato fin troppo in punta di piedi il ritorno della MV Agusta nel Motomodiale dopo oltre quarant’anni di assenza. Nel GP del Qatar di classe Moto2, quella scelta per riportare nella rassegna iridata i bolidi della Schiranna, i due piloti della casa varesina (la gestione sportiva è del team Forward Racing) sono stati costretti a una gara di retrovia confermando quindi una posizione nell’attuale schieramento lontana dai migliori, come era già emerso nei test.

A Losail le MV sono dunque rimaste fuori, seppure di poco, dalla zona punti e d’altra parte le prove non avevano fatto presagire altro: sia Aegerter sia Manzi hanno lottato per provare a occupare una delle prime quindici posizioni – per qualche momento ci sono anche riusciti – ma alla fine si sono dovuti accontentare. 18mo lo svizzero, 20mo l’italiano pur autore di una discreta risalita dalle parti basse della graduatoria. Va anche detto che la nuova moto ha avuto poco tempo e poche occasioni per essere messa a punto.

«Ho fatto una buona partenza e ho cercato di battagliare al meglio per la top 20 – ha detto Aegerter – È la prima volta che la F2 corre una gara intera e abbiamo raccolto molte informazioni utili sul comportamento sulle lunghe distanze. Vorrei ringraziare il Team che ci sta mettendo il massimo, anche se avrei voluto fare un po’ meglio».

«Anche durante i test della scorsa settimana abbiamo sofferto un po’ – prosegue Manzi – Nonostante ciò, la gara è andata bene. Fino a metà ero in bagarre con il mio compagno di squadra, ma poi un calo della gomma mi ha costretto a rallentare. Ho commesso qualche errore verso la fine che mi ha distaccato dal gruppo, però in compenso abbiamo raccolto molti dati da analizzare per il futuro».

L’appuntamento di Losail, per il resto, è stato trionfale per i colori italiani visto che Andrea Dovizioso su Ducati ha vinto la gara principale, quella della MotoGP, battendo in volata Marquez. Quinto Valentino Rossi in rimonta. E in Moto2, la categoria della MV, splendido successo di un altro giovane azzurro, Lorenzo Baldassari, che al fotofinish l’ha spuntata sull’esperto svizzero Luthi. Lasciato il Qatar, il circus del Motomondiale starà fermo due settimane: prossima gara a fine mese in Argentina.

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore