Ospedale Luino: strategico per il territorio

Il vicesindaco Casali ha ringraziato il direttore dell'Asst Sette Laghi per l'attenzione dimostrata verso il presidio ospedaliero. A giugno attesa l'apertura dell'elisuperficie a Voldomino

ospedale di luino

Un’elisuperficie a Voldomino, uno stanziamento per sistemare il tetto e rendere di nuovo operativo il quinto piano, una rinnovata fiducia nelle potenzialità del Confalonieri.

È positivo il giudizio che il Vice Sindaco di Luino  Alessandro Casali riserva alla nuova direzione strategica dell’Asst Sette Laghi: «Devo ringraziare la nuova Direzione, il direttore Gianni Bonelli che ho avuto già modo di apprezzare per l’impegno e per l’impostazione importante messa a disposizione sui nostri presidi. Come tutti sappiamo, certamente nessuno ha la bacchetta magica e pretende di poter risolvere le criticità, alcune croniche, di realtà comunque cosi complesse: nessuno nasconde o mistifica i problemi,  soprattutto sulla difficoltà di assumere personale medico infermieristico, nonostante i numerosi concorsi già in questi mesi messi a bando. I problemi arrivano da lontano e che non riguardano solo Luino, evidentemente. Dobbiamo andare indietro negli anni, infatti, per comprendere quanto la famosa spending review degli ultimi governi tecnici stia mettendo in difficoltà tutto il mondo della sanità in termini di numeri. Nell’immediato e nel concreto sono, però, felice della prossima riapertura dell‘elisuperficie di Voldomino, prevista per giugno, (dopo autorizzazione ENAC): un importante risultato frutto di un lungo impegno che ha coinvolto diverse figure della sanità. Per quanto riguarda il ripristino del tetto, è stato stanziato un finanziamento, che apre a nuove possibilità e ragionamenti sulla destinazione del  quinto piano della struttura, come già annunciato dal DG Bonelli. Da parte nostra, come sempre diamo la piena disponibilità politica, come dimostrata in tutti questi anni insieme al Sindaco Pellicini ed al Presidente della III  Commissione permanente Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia Emanuele Monti».

Sul destino e l’importanza del presidio luinese si è espresso anche il direttore generale dell’Asst Sette Laghi Bonelli: «Il Presidio di Luino è fondamentale per il funzionamento della rete ospedaliera che fa capo alla ASST Sette Laghi. L’impegno e l’attenzione saranno sempre al massimo per mantenere standard di qualità e sicurezza delle attività adeguati. Sono stati banditi diversi concorsi e altri ne verranno attivati per cercare di acquisire le professionalità necessarie. Sotto questo profilo è stato ed è encomiabile l’impegno profuso dai nostri dipendenti per far fronte alle carenze di personale che si sono venute a creare negli anni per cause dalla volontà delle amministrazioni che si sono avvicendate. Il problema di difficoltà di reclutamento non è solo di Luino ma è un problema comune a livello nazionale. Lo sforzo sarà quello di fare in modo che i professionisti vedano con favore la partecipazione alle procedure selettive indette presso la nostra ASST, attraverso la creazione di condizioni di lavoro che consentano una reale e continua crescita professionale. In questo la presenza dell’Università è senz’altro un punto di forza e di vantaggio per la nostra Azienda».

Anche il Direttore Generale di Ats Insubria Lucas Maria Gutierrez sottolinea come «Ats opera in sinergia e in stretta collaborazione con Asst,  nella condivisione delle linee strategiche e programmatori. Ats Insubria, nel suo ruolo di governance e di programmazione dell’ assistenza sociosanitaria, garantisce, insieme con l’Amministazione Comunale, la massima attenzione al buon funzionamento dell’ ospedale di Luino e al suo ruolo di presidio del territorio di riferimento. Proprio per il suo ruolo di struttura di prossimità per la popolazione di un territorio con caratteristiche montane l’ ospedale di Luino, per Ats, è struttura strategica e imprescindibile della rete delle valli del luinese».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore