“Pericolosi rigurgiti neofascisti”: solidarietà a Paolo Berizzi e Lele Fiano

Le reazioni dopo lo striscione intimidatorio appeso nella notte sul muro di cinta dello stadio di Varese firmato dal gruppo ultras Blood & Honour

Personaggi

(Nella foto Emanuele Fiano e Paolo Berizzi)

«Siamo di fronte ad un’onda inquietante di pericolosi rigurgiti neofascisti. L’episodio di Varese è solo l’ultimo dei tanti che Paolo Berizzi, con le sue inchieste, e Lele Fiano con il suo impegno politico denunciano da tempo. Il ministro dell’Interno, che si preoccupa di sequestrare decine di persone sulle navi per la sua propaganda, forse dovrebbe cominciare a fare il suo mestiere e ad agire contro pericolosi fenomeni che ormai sono all’ordine del giorno. La mia solidarietà e quella del gruppo del Pd al Senato a Paolo Berizzi e a Lele Fiano».

Lo ha detto oggi Franco Mirabelli, vice presidente del gruppo del Pd al Senato, in riferimento allo striscione intimidatorio nei confronti del giornalista Paolo Berizzi e del deputato del Pd Lele Fiano appeso nella notte sul muro di cinta dello stadio di Varese firmato dal gruppo ultras Blood & Honour.

«Sia ben chiaro a tutti, Emanuele Fiano e Paolo Berizzi non si fanno certo intimorire da un ignobile striscione, che offende invece la città. – ha dichiarato a sua volta il Senatore Pd Alessandro Alfieri – A Lele e Paolo va tutta la mia solidarietà: non siete soli, anche a Varese siamo in tanti al vostro fianco e al fianco di chi ogni giorno si impegna per respingere ogni rigurgito neofascista».

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore