Alla festa di fine anno arriva il Ministro

Marco Bussetti ospite a di amministrazione e del comitato genitori

Biandronno, visita del ministro

Festa di fine anno con largo anticipo alle scuole di Biandronno (quest’anno a causa delle elezioni di settimana prossima) per ospitare il ministro dell’istruzione Marco Bussetti.

Galleria fotografica

Biandronno, visita del ministro 4 di 29

Il ministro, sabato scorso, ha voluto prima di tutto visitare la scuola, dove è stato accompagnato dalle autorità locali e dai rappresentanti dei genitori, che in questi anni hanno completamente rinnovato le infrastrutture e le attrezzature scolastiche.

Ecco allora l’aula di arte della secondaria, con i lavori appena realizzati dai ragazzi, l’aula di scienze, l’aula di informatica, l’aula di musica, la biblioteca della primaria. In sala mensa gli Alpini di Biandronno stavano servendo la cena, il ministro ha salutato i presenti e ha continuato il suo tour tra i locali recentemente rinnovati. Ha salutato calorosamente le maestre Anna e Mariagrazia, che quest’anno andranno in pensione, ha ricevuto in regalo le magliette della scuola e quella del comitato genitori, poi si è recato in palestra dove ha consegnato le borse di studio ai ragazzi che si sono licenziati lo scorso anno con voti di eccellenza.

Significative le sue parole: a Biandronno, è evidente il rapporto positivo tra istituzioni, scuola e famiglia, che riesce a fare squadra intorno ai ragazzi, per lavorare per i ragazzi. Negli ultimi anni nella scuola si è parlato troppo di competenze, bisognerebbe invece parlare di attitudini, per riuscire a far emergere le vocazioni forti di ogni ragazzo; per fare questo sono necessari docenti preparati a affrontare i ragazzi sotto il profilo umano completo, che sappiano leggerli come persone, abbandonando la cultura del voto. Non è che i voti non vanno dati, ma bisogna che sia chiaro che questi non giudicano la persona. Tutti i nostri ragazzi sono da 10 e lode! Servono, quindi, docenti preparati, servono genitori che vivano il rapporto con la scuola, come avviene in questa realtà! Da qui, la sua sollecitazione: inventiamo un altro premio per qualcosa che i ragazzi hanno fatto bene, oltre i voti, per qualcosa fatto di speciale, significativo, magari un gesto forte umano, che esalti la sensibilità dei ragazzi.

La serata è continuata con la rappresentazione teatrale “Avventura in biblioteca”, dove, il regista Marco Rodari – il Claun Pimpa – ha potuto subito dar evidenza di cosa può voler dire valorizzare le attitudini dei ragazzi e i ragazzi, da parte loro, dimostrare che, se correttamente sollecitati, sanno mettersi in gioco con passione ed entusiasmo.

Il comitato genitori ringrazia i docenti della scuola e l’associazione Alpini per il prezioso supporto.

A cura di Giancarlo Panella presidente comitato genitori secondaria di Biandronno

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Biandronno, visita del ministro 4 di 29

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore