De Tommaso, capolavoro in Friuli. Primo podio tricolore per Crugnola

Il giovane di Brebbia domina il "Piancavallo" e allunga in testa alla IRCup. Il varesino chiude in crescendo il "Targa Florio" ed è terzo assoluto

rally 2019

Nuovo weekend di valore per due dei rallysti di punta del movimento varesino delle quattro ruote, Damiano De Tommaso e Andrea Crugnola. Vincente in Friuli il primo nella IRCup, a podio assoluto in Sicilia il secondo in una gara del CIR, il campionato italiano assoluto.

DE TOMMASO DOMINA IL “PIANCAVALLO”

Quarta gara stagionale e terza vittoria assoluta per Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone, due su due il ruolino di marcia nel prestigioso campionato IRCup, quello più importante a livello nazionale al di fuori dell’egida AciSport. Il giovane di Brebbia, campione nazionale junior 2018, ha conquistato il successo nel Rally Piancavallo e bissato così quello ottenuto all’Appennino Reggiano, che fu la prima tappa stagionale nella IRCup: risultati che proiettano l’equipaggio della Skoda Fabia R5 del team Munaretto nettamente in testa alla graduatoria. foto in alto: IRCup/Bonfanti

De Tommaso ha messo già fieno in cascina nella prima giornata di gara, sabato, vincendo tre prove su quattro compresa quella serale caratterizzata da un vero nubifragio; alla domenica ha rintuzzato il ritorno di un ottimo Di Benedetto (Fabia R5) che ha vinto le ultime tre speciali scavalcando Alessandro Re al secondo posto, senza però mai impensierire davvero il pilota varesino. «Non era facile chiudere la gara senza fare errori: avevamo una macchina eccezionale, speriamo di proseguire così».

CLASSIFICA IRCUP (dopo 2 gare): 1) DE TOMMASO 108; 2) A. Re 68; 3) Tosi 65; 4) Roncoroni 54; 5) Porro 47.

rally 2019

TERZO POSTO PER CRUGNOLA IN SICILIA

Le celebri strade del “Targa Florio” hanno riportato Andrea Crugnola sul podio di una gara del Campionato Italiano assoluto, il CIR. In Sicilia il pilota varesino è stato autore di una prova in crescendo: prima parte (venerdì e sabato mattina) complicata per via di un feeling non ancora ottimale con la pur potente Volkswagen Polo R5, seconda metà decisamente migliore, in cui Andrea – navigato da Pietro Ometto – ha vinto ben sei prove speciali ed è risalito nella Top 3 di una gara vinta dalla Ford Fiesta R5 di Simone Campedelli e Tania Canton. (foto sopra: AciSport)

A Crugnola non è riuscito “solo” il colpaccio di scavalcare Luca Rossetti ed Eleonora Mori al secondo posto: l’equipaggio ufficiale Citroen (su C3) ha accusato qualche problema elettrico, ma nell’ultima speciale è riuscito a respingere il ritorno di Crugnola e a ottenere la piazza d’onore per un solo secondo. Quarta e quinta, ma con ritardi più alti, le due Skoda Fabia di Basso e Albertini, con il primo che mantiene la seconda posizione in campionato. Graduatoria in cui Crugnola è quinto visto che paga lo “zero” al Ciocco, risultato che potrà scartare alla fine; il varesino intanto si rilancia in ottica CIRA (il campionato rally asfalto) dove ora è secondo a due punti da Michelini.

«Pur con alcuni piccoli problemi siamo riusciti a essere competitivi, significa che stiamo andando nella direzione giusta. Siamo positivi per il futuro, forse con qualche test prima della gara avremmo potuto essere competitivi fin da subito, comunque guardiamo avanti».

CLASSIFICA CIR (dopo 3 gare): 1) Campedelli 39 punti; 2) Basso 33; 3) Rossetti 30; 4) Breen 23; 5) CRUGNOLA 16, 6) Michelini 13; 7) Albertini 12.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 13 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore