È nata la Comunità Operosa Alto Verbano

Un’esperienza nuova e innovativa per un agire comune sulle questioni sociali e ambientali del nostro tempo

Avarie

Dopo l’incontro dell’11 Gennaio 2019 su “Migrazione ed accoglienza” con la giornalista e scrittrice Daniela Padoan, molto lavoro è stato svolto nell’Alto Verbano per trovare un modo nuovo di affrontare i problemi sociali ed ambientali del nostro tempo.

L’idea della Comunità, che è nata nella serata dell’11 gennaio, ha sicuramente creato entusiasmo e partecipazione tra tutte le realtà dell’Alto Verbano che, sulla base di condivisi riferimenti valoriali, intendono darsi una visione comune per interpretare le tematiche del nostro tempo al fine di costruire nuovi modelli di convivenza basati su giustizia, solidarietà e condivisione.

La Comunità Operosa apre una fase nuova nella vita delle realtà del territorio ovvero facilita una transizione da un livello di operatività già alto, in cui una realtà propone un progetto ed altre realtà si uniscono per supportarlo, ad un livello in cui le realtà si incontrano per analizzare le esigenze del territorio e decidono insieme come operare con una visione sistemica dei problemi, guardando avanti e mettendo a fattor comune le tante esperienze e competenze del territorio.

Nasce così la co-progettazione ovvero quell’insieme di volontà e capacità del territorio capace di costruire  progetti che integrino contenuti etici, sociali ed economici, finalizzati a produrre nuovi modelli di convivenza per affrontare le sfide del futuro.

Ma co-progettare non significa solo progettare insieme, significa prima di tutto costruire quella rete di relazioni, conoscenze e culture che sono la base della Comunità Operosa.

«Abbiamo deciso di fare della fiducia il motore della nostra volontà di relazione e di condivisione, di essere una Comunità aperta a tutte quelle realtà costituite in associazioni, organizzazioni con organi elettivi e statuti, chiese ed istituti scolastici che operano nel territorio dell’Alto Verbano e che si fondano sui valori della solidarietà, condivisione, sostenibilità e valorizzazione della dimensione locale e delle relazioni», dicono gli organizzatori.

«Una Comunità che vuole esprimere tutto l’entusiasmo che nasce dal lavorare insieme, dal condividere problemi e successi, dalla forza incredibile che si genera dall’agire comune con le capacità e le potenzialità di tutti quelli che credono e rispettano i valori della Comunità. E così, finalmente, la sera del 7 Maggio si è costituita presso la Colonia Elioterapica di Germignaga la Comunità Operosa Alto Verbano (COpAV), composta da 23 realtà del territorio che hanno deciso di unire le loro forze per lavorare insieme. Si è approvata la Carta della Comunità che illustra le modalità operative della Comunità ovvero come verranno definite le Aree d’intervento ed i conseguenti Laboratori d’area che utilizzeranno le tecniche di co-progettazione. Si è eletto il Coordinamento che è l’organo della Comunità che svolge il ruolo di promotore e facilitatore di progetti, di formazione, di collegamento tra i Laboratori d’Area e di comunicazione verso l’esterno. Il Coordinamento, composto da sette realtà, risulta così eletto: A.GE.VA (Chiara Mazza), Associazione La Grà (Chiara Galazzetti), Associazione SOLARIS (Elena Brocchieri), Banca del Tempo (Rosaria Torri), Chiesa Valdese (Laura Perziano), CRI Comitato di Luino (Elisabetta Farina), GIM-TERREdiLAGO (Gianfranco Malagola). Nella prossima riunione del Coordinamento verrà eletto il Coordinatore.
Ovviamente la strada che abbiamo iniziato è ancora lunga: ci sono tante carenze culturali da colmare e, cosa più importante, mancano ancora modalità condivise per ascoltare, per proporre e per accettare le posizioni degli altri.
Si è quindi iniziata un’esperienza nuova ed innovativa, difficile, ma unica nel suo genere, che ha come “padri fondatori” quell’attivismo e dinamismo che da tempo si coglie nel nostro territorio, quella consapevolezza che fare le cose insieme ed uniti porti a risultati impensabili e irraggiungibili dalle singole realtà», afferma Gianfranco Malagola, tra i fondatori.

Le realtà che hanno firmato in data 7 Maggio 2019 l’atto costitutivo della Comunità Operosa Alto Verbano sono: A.GE.VA, AGRISOL, AMICI DI NZONG, ANEMOS LOMBARDIA, A.N.P.I, ASS. HORTUS, ASS. SOLARIS, AISU VERSO ITACA, BANCA DEL TEMPO, CAST, CHIESA VALDESE, GIM-TERREdiLAGO, ASS. COSTRUTTORI DI PACE, CRI COMITATO DI LUINO, DONNASICURA ONLUS, ASS. LA GRA’, ASS. LE CEPPAIE, LICEO SCIENTIFICO SERENI, INFORMADSA LUINO, ASS. SCOUT LUINO 1 e SOMS.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore