Una sfida tra scuole: 1500 studenti ripuliscono i boschi

Spazzatura kilometrica ha coinvolto 39 classi che hanno ripulito i boschi della loro zona. I più bravi sono stati i ragazzi del Curie

Liceo Curie varie

Sono stati 1500 i ragazzi delle scuole superiori scesi in campo per l’ambiente il 30 marzo scorso, impegnati in una speciale gara a squadre: Spazzatura Kilometrica.

Il grande “gioco ecologico” ideato da Max Laudadio e dall’Associazione On negli anni ha coinvolto migliaia di persone nella pulizia dei loro territori, contribuendo a sensibilizzarle sull’importanza dell’impegno personale a tutela dell’ambiente. Diventato quest’anno un vero e proprio Campionato Studentesco, ha saputo coinvolgere migliaia di giovani, sensibilizzandoli ella difesa del mondo che abitano.

Questa mattina, Max Laudadio ha premiato la classe vincitrice di Tradate, La Gang del Bosco, con un meccanismo “a sorpresa”: tutte le 39 classi che hanno preso parte al campionato hanno ricevuto una busta sigillata, contenente una lettera e una fotografia della loro partecipazione. Alle 10,45 tutte le classi hanno aperto la porta della loro aula, ma solo una vi ha trovato dietro Laudadio, con l’attestato della vittoria, pronto a passare un’intera giornata con loro.

La classe vincitrice si è aggiudicata il primo posto grazie al lavoro svolto presso il Parco delle Cinque Vette, con un distacco di circa mille punti dai secondi classificati. Un lavoro eccellente, che li premia portandoli in Sardegna dal 2 al 7 Giugno presso l’Hotel & Spa Le Dune di Badesi, appartenente alla catena Delphina Hotel&Resort, una struttura completamente green che metterà a disposizione dei ragazzi anche un corso di vela; in cambio, i vincitori si impegneranno per aiutare gli studenti del posto a ripulire le spiagge in seguito alle mareggiate invernali e a farsi ambasciatori della loro esperienza.

L’edizione di quest’anno ha posto solidissime basi per la sfida del prossimo anno, che vedrà il campionato estendersi a tutta Italia: «La risposta dei ragazzi è stata incredibile – commenta Max Laudadio, fondatore di Associazione On e promotore del progetto – Dopo anni in cui abbiamo coinvolto la gente del posto abbiamo pensato di provare ad allargare l’orizzonte e lanciare una sfida ai giovani, perché il mondo che verrà è soprattutto il loro. I ragazzi hanno risposto con entusiasmo e partecipazione, sorprendendo anche noi: ai ragazzi importa moltissimo del benessere del mondo che abitano e se sono spronati dagli adulti che danno loro un esempio si lasciano coinvolgere con passione. Siamo andati a cercarli uno per uno, perché è da lì che bisogna iniziare, dalla storia di uno solo che può cambiare le cose. Alla fine siamo diventati una moltitudine, e dall’anno prossimo contiamo di arrivare in tutta Italia».

Il format appassiona nuove e vecchie generazioni da sette anni e avvicina le persone al tema quanto mai attuale e delicato della raccolta differenziata e dello smaltimento dei rifiuti. Un grande sforzo organizzativo per una associazione formata interamente da volontari, tutti appassionati di tematiche green, che ogni giorno si impegnano perché anche il più piccolo sforzo di uno solo non vada sprecato.

«E’ questo in fondo il messaggio che abbiamo portato a destinazione: si comincia da uno, non importa dove, in che modo. Conta l’impegno, la voglia di pensare a una rivoluzione ambientale che è prima di tutto una rivoluzione culturale» aggiunge Max Laudadio.

L’edizione 2019 è stata realizzata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico di Varese e Consulta Provinciale Studentesca, e ha beneficiato del patrocinio dei Comuni di Cuasso al Monte, Porto Ceresio, Provincia di Varese e Comunità Montana del Piambello.

L’evento ha inoltre goduto del sostegno di prestigiosi partner, che hanno creduto nella filosofia del progetto e la supportano quotidianamente:Amsa, A2A, Econord, Acsm Agam, Comieco, Fondazione di Comunità di Milano, Fondazione Comunitaria del Varesotto e Delphina Hotel&Resort.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore