Peak ha firmato: è il primo nuovo acquisto della Openjombetis

Ala di 23 anni, arriva da Pistoia ed è considerato giocatore con ampli margini di miglioramento. Per lui un contratto annuale

Pallacanestro Varese - OriOra Pistoia

In un pomeriggio che ha riservato qualche amarezza per la Pallacanestro Varese, con la sconfitta dell’Under 18 nei quarti delle finali scudetto di Milano (QUI l’articolo), arriva però anche la firma ufficiale del primo giocatore acquistato sul mercato estivo dalla Pallacanestro Varese.

Si tratta del 23enne americano L.J. Peak, già da qualche giorno obiettivo dichiarato della società biancorossa e prelevato dalla Oriora dove l’ala del South Carolina ha disputato la sua prima stagione italiana. Proprio la formazione toscana aveva provato negli ultimi giorni a rilanciare la propria offerta, forte anche del fatto che Peak aveva mostrato di trovarsi bene a Pistoia, oltre ad aver lasciato un buon ricordo sul piano tecnico e personale.

Varese però si è mossa per tempo e si è assicurata la firma del giocatore, alto 1,96 e formatosi nella prestigiosa università di Georgetown (a Washington) prima di passare al professionismo e giocare in D-League, in Nuova Zelanda e quindi in Italia. Peak è considerato un giocatore dai buoni margini di miglioramento, che potrebbe trarre giovamento dal gioco “disegnato” dallo staff diretto da Attilio Caja. Con la maglia della Oriora L.J. (la sigla abbrevia il suo nome proprio, Lafayette Junior) ha segnato 12,7 punti in 29,4 minuti di impiego a partita con 2,8 rimbalzi e 1,8 assist. Proprio il dato dei rimbalzi lo penalizza rispetto ai suoi predecessori nel ruolo in quel di Varese, ovvero Stan Okoye e Tommy Scrubb, veri specialisti nel lavoro sotto i tabelloni. A livello di percentuali, il nuovo acquisto ha tirato con un buon 50,6% da 2 punti e un discreto 33,9% dall’arco dei 3 punti.

L’arrivo di Peak – che ha un accordo stagionale, fino al giugno del 2020 – coincide con il primo tassello ufficiale del prossimo quintetto base varesino, al quale tutti sperano di accostare anche il nome di Tyler Cain nello spot di centro titolare: quest’ultimo sarebbe anche l’unico confermato tra gli stranieri della passata Openjobmetis. Per la panchina sono già stati rinnovati invece Tambone e Ferrero con Natali in procinto di restare; per quanto riguarda il pivot di riserva è stata invece scartata la pista di Abdel Fall mentre resta in piedi quella che porta a Davide Bruttini. Fredde invece le voci riguardo Kenny Hasbrouck che secondo la stampa bolognese (è alla Fortitudo, ha giocato nella Virtus) poteva interessare a Varese in qualità di sesto uomo. Un riscontro che da queste parti non c’è stato.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 07 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore