Torna “Boia che trail”, la presentazione alla cascina Montediviso

Al centro parco a Gallarate una serata speciale per il lancio della gara podistica che da tre anni si tiene della Valle del Boia, con qualche ospite speciale

Besnate generiche

Mancano pochi mesi al ritorno della gara podistica a scopo benefico (15 km da percorrere rigorosamente in coppia) più amata del Varesotto, “Boia che trail!”, ma la Pro Loco di Besnate non perde tempo ed inizia a scaldare i motori – o meglio, i piedi.

La corsa a coppie nella zona verde della Valle del Boia, che dal 2016 viene organizzata «per valorizzare il territorio e ripristinare alcuni sentieri» è pronta alla sua quarta edizione. La corsa sarà il 7 settembre, con partenza e arrivo in piazza Mazzini a Besnate; in attesa del fischio d’inizio, però, è stata organizzata in cascina Montediviso, venerdì 21 giugno, una serata interamente dedicata a “Boia che trail!”.

Presentato da Ivo Casorati, l’evento – prova del percorso ed aperitivo – conta degli ospiti speciali: il recordman Nico Valsesia, ciclista e trailer runner, ed il biologo nutrizionista Andrea Fossati.

 «Boia che trail è un evento che piace sempre di più. L’iscrizione è a numero chiuso ed ogni anno terminiamo i trecento pettorali (distribuiti a coppia, quindi seicento partecipanti) in tempo record», spiega orgoglioso Marco Longhin, uno dei responsabili della gara, «speriamo che anche questa quarta edizione vada bene come quelle passate». Non solo, però, una gara podistica:«Dopo la gara organizziamo sempre una festa finale», precisa Longhin, che individua nel format gara e pasta party in piazza Mazzini a Besnate conclusivo la carta vincente per il successo di “Boia che trail!”.

Appuntamento dunque al Monte Diviso, via Brennero, Gallarate. Si parte dalle 18.30 con la possibilità di allenarsi sui sentieri di “Boia che Trail! 2019”, per saggiare il percorso. Alle 20.30 apericena, poi alle 21 la presentazione. Alle 21.20: “Per chi correre” con Operation Smile. Infine dalle 21.30 “Correre in salute” con Nico Valsesia e Andrea Fossati.

di
Pubblicato il 14 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore