Parco di viale Milano, il comune cerca un gestore per il chiosco

All'operatore sarà assegnata per nove anni la gestione dell’area all’angolo tra viale Milano e via Torino e dovrà occuparsi della chiusura del parco e del controllo della sicurezza dell’intera area verde

chiosco viale milano

Pubblicato sul sito dell’amministrazione (www.comune.gallarate.va.it) l’avviso pubblico per l’individuazione di un operatore economico cui assegnare per nove anni la gestione dell’area all’angolo tra viale Milano e via Torino. 

L’operatore dovrà provvedere all’installazione di una struttura per la somministrazione e la vendita al pubblico di alimenti e bevande. Sarà la commissione per il Paesaggio a valutare il rispetto delle nome architettoniche del chiosco, all’interno del quale sarà vietata l’installazione e l’utilizzo di apparecchi automatici ed elettronici (videogiochi e slot machine). Non sarà vietata, invece, l’istallazione all’esterno ai attrezzatture rimuovibili aggiuntive (tende, tavolini, sedie), ma dovrà essere autorizzata dagli uffici comunali competenti. 

Il concessionario dovrà occuparsi della chiusura del parco e del controllo della sicurezza dell’intera area verde, segnalando tempestivamente alle forze dell’ordine tutte le situazioni di pericolo e le eventuali anomalie. Dovrà inoltre mettere a servizio degli utenti del giardino pubblico un servizio igienico. Saranno poi a carico del concessionario tutte le spese di manutenzione del chiosco, del suolo esterno dato in concessione e della recinzione. Il canone minimo annuale, posto a base d’asta, è di 15mila euro. L’avviso pubblico ha una scadenza di 60 giorni, entro i quali gli interessati devono recapitare le proprie proposte. Di seguito il link per scaricare moduli e planimetria dell’area cliccando qui 

«Dopo le molte domande ricevute per la gestione del chiosco del Parco Bassetti -commenta il sindaco Andrea Cassani- siamo certi che anche quello di viale Milano l’interessa sarà alto. Da parte dell’amministrazione comunale c’è la volontà di ampliare i servizi a favore della cittadinanza: in questi due casi il nostro interesse è perciò quello implementare il livello di sicurezza delle due aree e allo stesso tempo di migliorarne la fruibilità». L’assessore ai Lavori Pubblici, Sandro Rech, rimarca come l’amministrazione Cassani «sia riuscita a risolvere due spinose faccende che la precedente giunta aveva lasciato incancrenite a discapito dei cittadini e degli operatori economici. Si spera che ora gli interessati si facciano avanti, armati di quella serietà e professionalità necessaria per gestire due realtà così appetibili ma delicate». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore