Il Comune cerca una nuova gestione per il chiosco del parco Bassetti

Pubblicata sul sito comunale la manifestazione d’interesse per la gestione del nuovo chiosco del Parco Bassetti per attività di tipo ristorativo/bar

chiosco parco bassetti gallarate

Pubblicata sul sito del Comune di Gallarate la manifestazione d’interesse per la gestione del nuovo chiosco del Parco Bassetti per attività di tipo ristorativo/bar.

Inserito nello spazio verde più prestigioso e amato della città di Gallarate, rinasce così il chiosco bar del Parco Bassetti.

L’intenzione dell’amministrazione Cassani è avviare una gestione pluriennale che consentirà all’operatore di pianificare investimenti nella struttura.

I REQUISITI RICHIESTI
Per potere concorrere all’aggiudicazione della gestione del chiosco, sarà necessario possedere una professionalità specifica nel settore: possesso della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande; avere esercitato una analoga attività per un periodo non inferiore a tre anni; avere realizzato nell’ultimo triennio un fatturato globale di impresa non inferiore a 100mila euro.

Oltre ai requisiti richiesti, si valuterà la migliore offerta economica, all’interno della quale dovranno essere rispettati alcuni criteri. Tra questi, un canone di affitto annuale da corrispondere al Comune; una percentuale di partecipazione all’utile conseguito anno per anno; la proposta relativa al piano temporale di investimenti per il miglioramento dei beni comunali oggetto di manifestazione; la proposta relativa alle ricadute occupazionali derivanti dalla gestione della struttura; la proposta di gestione dei fabbricati e miglioramento dei servizi e di offerta tempo libero, dell’area verde individuata di pertinenza del chiosco; la pulizia dei servizi igienici adiacenti; l’apertura e chiusura del Parco Bassetti.

SCADENZA E INFORMAZIONI
I soggetti interessati, possono presentare la propria manifestazione di interesse entro le ore 12 del 17 luglio.

IL CHIOSCO
È collocato nella zona est del giardino pubblico, lungo il muro perimetrale su via Carlo Noè, poco distante dall’ingresso principale e in prossimità del blocco servizi esistente. La superficie lorda del manufatto è di circa 95 metri quadrati, la metà dei quali a veranda con vetrata dotata di serramenti apribili per risaltare il rapporto interno-esterno e la piena godibilità delle vedute del parco.

Secondo le indicazioni dell’amministrazione comunale, all’interno verrà svolta attività di tipo ristorativo/bar. Prevista la realizzazione di un bagno accessibile ai portatori di handicap.

La posizione e il raccordo con i servizi igienici esistenti sono stati pensati in relazione al mantenimento delle alberature presenti e in particolare di un gruppo di querce rosse. I lavori, iniziati a metà aprile, hanno una previsione di durata di quattro mesi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore