Settemila chilometri a piedi e ora fanno tappa nel Varesotto

Da maggio per nove mesi un gruppo di ragazzi ha deciso di percorrere il Sentiero Italia con 368 tappe che attraversano il Belpaese. Prevista una giornata di incontri ai Mulini di Piero sabato 3 agosto

va sentiero

Esiste un sentiero che attraversa e unisce tutto lo Stivale: è il Sentiero Italia, oltre seimila chilometri lungo lungo l’intera dorsale appenninica, isole comprese, e sul versante meridionale delle Alpi.

Da maggio di quest’anno, e per nove mesi, un gruppo di ragazzi ha deciso di percorrerlo tutto e i numeri dell’impresa sono impressionanti: 6880 chilometri, 350mila metri di dislivello complessivo, 20 regioni, 6 siti Unesco e 368 tappe di cammino.

Sono Yuri Basilicò, Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono, tre ragazzi innamorati delle montagne, compagni di vita e di tante avventure. Nel 2017 hanno scoperto l’esistenza del “Sentiero Italia” e del progetto di riaprirlo nel 2019 da parte grazie all’opera di restauro dei volontari del Club Alpino Italiano, e senza pensarci troppo hanno deciso di percorrerlo tutto e di farlo con un progetto che si chiama “Va’ sentiero”.

«Subito è nato in noi il desiderio intimo di percorrerlo, scoprirlo e ben presto abbiamo compreso che questo viaggio doveva diventare un’esperienza inclusiva e coinvolgente per rilanciare il Sentiero Italia, farlo conoscere in tutto il mondo e così facendo dare voce alle terre alte, luoghi meravigliosi ma spesso dimenticati, che da decenni subiscono il fenomeno dello spopolamento».

Questo cammino, che ogni giorno viene documentato attraverso i social, la radio e un programma strutturato di eventi e collaborazioni, è arrivato fino alla provincia di Varese. I tre ragazzi sono arrivati nel Varesotto. Ieri sera hanno dormito a Porto Ceresio e stasera saranno a Marchirolo, poi il Rifugio Campiglio a Dumenza. Si stanno muovendo insieme a nuovi compagni di viaggio che hanno scelto di accompagnarli, sabato 3 agosto arriveranno in val Veddasca, a nord della provincia di Varese.

Non sarà una semplice tappa di passaggio perché nella tappa finale varesina è stata organizzata un’intera giornata di incontri ai Mulini di Piero (tutti i dettagli dell’evento).

Alle 11 i ragazzi di “Va’ Sentiero” raccontano la loro avventura e dalle 14, presso i Mulini di Piero, iniziano i Laboratori naturalistici a cura di Legambiente e alle 17 il momento di incontro “La Val Veddasca raccontata da Maurizio Miozzi”, storico e scrittore locale, e Ambrogio, botanico ed erborista che da anni vive a Piero. A seguire è previsto anche un concerto blues.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore