Aggrediti dalle vespe sulla ciclabile

È accaduto domenica mattina durante una camminata non competitiva: una ventina le persone punte. I vigili del fuoco hanno chiuso la pista e proceduto alla disinfestazione dell'area

Cade in moto nel bosco, muore un uomo

Una passeggiata sulla ciclabile finita con una fuga precipitosa da uno sciame inferocito di vespe di terra. È accaduto domenica mattina intorno alle 9 su un tratto della pista che circonda il lago di Varese (foto di repertorio).

La disavventura si è conclusa con una ventina di persone punte e medicate dai sanitari del 118 ma per fortuna nessuna conseguenza più grave. 

Protagonisti un gruppo di camminatori che avevano aderito alla camminata Quater Pass par Gavirà – Run for Alzheimer, persone di diversa età e capacità atletiche che potevano correre o camminare per 6 o 12 chilometri. Tutto si è svolto senza intoppi fino a quando un gruppo è arrivato all’altezza di Villa Cocca: sotto terra c’era un nido di vespe che qualcuno ha involontariamente calpestato.

Gli insetti sono sciamati e hanno “aggredito” i partecipanti alla camminata. Immediata la richiesta di soccorso e l’intervento dei sanitari che hanno poi provveduto a contattare vigili del fuoco e protezione civile.

La ciclabile è stata chiusa dalla canottieri di Gavirate fino a Villa Cocca e i vigili del fuoco hanno disinfestato l’area che intorno alle 13.30 è tornata “agibile”. 

Nessuna grave conseguenza per le persone prese di mira dalle vespe di terra anche se la puntura è davvero molto dolorosa, come conferma il sindaco di Gavirate Silvana Alberio: «Adesso ho capito che cosa mi ha punto l’altro giorno mentre passavo proprio nella zona dove oggi c’è stata la disinfestazione – racconta – Camminavo ed ho sentito una fitta intensa ad una gamba, un puntura dolorosissima. Non ho visto nulla ma ora è evidente che fosse una vespa.
Per fortuna non ci sono state conseguenze più serie oggi, e tutto si è risolto grazie all’intervento dei vigili del fuoco, della protezione civile e della polizia locale di Gavirate».

di
Pubblicato il 25 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore